Inter al derby rinata: “Consolidiamo la classifica”

Mauro Icardi festeggia i gols al Milan, nel derby dell'anno scorso. ANSA/Roberto Bregani

ROMA. – Un derby da vincere per consolidare la rinascita su sponda Inter, per riscattare quello dell’andata e il ko di sabato con la Juve in casa Milan. Due facce della stracittadina milanese di mercoledì, recupero della sfida rinviata nel giorno della morte choc di Davide Astori: ad Appiano i nerazzurri si affidano ancora a Mauro Icardi che, sempre più uomo simbolo, trascina a suon di gol la squadra di Spalletti.

Per l’argentino (già protagonista all’andata con la tripletta decisiva per la vittoria interista) quella che si è aperta è una settimana importante anche per il rinnovo di contratto (si parla di un ritocco al rialzo dello stipendio per l’attaccante per alzare ancora la clausola rescissoria, così da tenere a distanza i club che puntano al giocatore).

E su di lui conta Spalletti che ha ritrovato successi e gol ma vuole continuità: battere il Milan (ad arbitrare sarà Di Bello) significherebbe superare la Roma nella corsa al posto Champions. “I derby si giocano per vincere, questo poi è fondamentale per consolidare la nostra posizione in classifica – sottolinea Danilo D’Ambrosio – noi dobbiamo fare la corsa su noi stessi e sfruttare i punti a disposizione. Icardi è il nostro punto di riferimento, è il capitano e dà un valore aggiunto alla squadra. Il gruppo è sempre stato unito, poi quando si vince si è tutti più felici. Negli ultimi due mesi ci sono mancati i risultati ma non la voglia di vincere. Alla fine stanno tornando i risultati che speravamo tutti”.

Pasquetta al lavoro anche per il Milan che invece, dopo un filotto vincente, si è arenato: con la Juve la voglia di rivalsa di Bonucci non è bastata a fermare la macchina vincente bianconera. Gattuso chiede di più, ma dovrà fare a meno di Biglia, squalificato dal giudice sportivo nel turno pasquale e costretto a scontare lo stop nel derby, gara che però si sarebbe dovuta giocare un mese fa. Al suo posto molto probabilmente Montolivo.

Il Milan formato derby dovrebbe anche ritrovare Cutrone titolare, dopo la chance offerta ad Andre’ Silva. Ma nell’allenamento di oggi prove da titolare anche per Kalinic. Gattuso non può sbagliare, ai rossoneri costretti a inseguire servono i tre punti per restare ancora agganciati al treno che porta in Champions. Missione non facile contro un’Inter che ha ritrovato gol e risultati.