Italia prima in Ue per nuove cittadinanze nel 2016

BRUXELLES. – Quasi un milione di persone ha ottenuto la cittadinanza in uno degli Stati membri dell’Unione europea nel 2016, con dati in crescita rispetto agli anni precedenti. In termini assoluti, con l’ok a 201.591 naturalizzazioni l’Italia è al primo posto in Europa; seguita da Spagna, 150.944; e Regno Unito, 149.372.

Dalla fotografia di Eurostat, emerge che dei 201.591 nuovi cittadini italiani, i principali beneficiari sono persone arrivate da Albania (18,3%), Marocco (17,5%) e Romania (6,4%). In particolare, l’Italia, che ha accordato il 13% di cittadinanze in più rispetto al 2015, ha naturalizzato il 34,8% dei 101.300 marocchini che hanno ottenuto cittadinanza in Ue; il 54,7% dei 67.500 albanesi; il 43,6% dei 29.700 romeni; il 54,9% dei 15.400 provenienti dal Bangladesh; il 44,9% degli 11.300 senegalesi; il 40,7% dei 10.900 ghanesi; ed il 16,9% dei 18.800 nigeriani.

In Svizzera (Paese associato all’area Schengen) si registra invece il maggior numero di naturalizzazioni di italiani, pari al 6% delle 42.937 nuove cittadinanze concesse. Delle 995mila persone che hanno acquisito una nuova cittadinanza in uno dei Paesi dell’Unione solo il 12% proveniva da un altro Stato membro, principalmente romeni (29.700) e polacchi (19.800). Il dato delle naturalizzazioni nell’Unione è in crescita rispetto agli 841mila del 2015 e degli 889mila del 2014.

Ad aver acquisito le nuove cittadinanze sono stati soprattutto persone provenienti dal Marocco (101.300, di questi l’89% in Spagna, Italia o Francia); dall’Albania (67.500, di questi il 97% in Italia o Grecia); dall’India (41.700, quasi il 60% in Gran Bretagna); e dal Pakistan (32.900, oltre la metà in Gran Bretagna).

Le statistiche rivelano anche, che il numero di cittadini del Regno Unito ad aver acquisito la cittadinanza di un altro Stato dell’Ue, probabilmente in vista della Brexit, è più che raddoppiato rispetto all’anno precedente, passando da 2.478 a 6.555. Il Paese che ha registrato in assoluto il minor numero di naturalizzazioni è la Lituania, con un totale di 176, seguita dalla Slovacchia, 484; e Malta, 1.495.

Gli incrementi principali di nuove cittadinanze concesse rispetto al 2015 si sono avuti in Croazia, +232% con 3973 persone; in Grecia +138% con 33.210; e a Malta, +131% con 1.495.

(di Patrizia Antonini/ANSA)

Condividi: