Mondiali: Rosetti, qualità unico criterio di scelta arbitri

(ANSA) – ROMA, 17 APR – “L’unico criterio con cui sceglieremo chi andrà in Russia è la qualità”. Parola del responsabile italiano e responsabile per la Fifa per Russia 2018 del progetto VAR, Roberto Rosetti. “Molte nazioni vorrebbero introdurlo il Var ma serve un percorso lungo per preparare gli arbitri”. Come si portano alla pari degli altri gli arbitri che provengono da Federazioni dove non c’è il VAR? “Questo è il quinto seminario che facciamo in preparazione dei Mondiali – aggiunge Rosetti – C’è stata un’istruzione ma anche una selezione importante per chi andrà in Russia. L’unico criterio per scegliere chi andrà in Russia è la qualità. Solo chi avrà la qualità necessaria andrà ai Mondiali. Ci sono dei VAR con un’esperienza importante, come quelli italiani o tedeschi, oppure quelli che provengono dal Sudamerica, dove hanno inserito questo strumento in Coppa Libertadores. Ormai sono molte le Federazioni che hanno scelto di inserire la VAR”.

Condividi: