Al Bano a The Voice: “In Venezuela ricordi meravigliosi”

Al Bano intervistato da Emilio Buttaro

Doppio successo per Al Bano che nello stesso giorno diventa nonno e vince come coach “The Voice of Italy” grazie alla sua pupilla Maryam Tancredi capace di aggiudicarsi la finale del talent show. Un concentrato di emozioni quindi per il cantante pugliese autentica icona della musica italiana. Quando Costantino della Gherardesca conduttore di The Voice ha annunciato che Al Bano è diventato nonno per la prima volta in studio è dcoppiata un’ovazione. Poi, una nuova emozione con il successo della giovanissima Maryam Tancredi, 19 anni di Napoli proprio del team guidato da Al Bano.

In attesa di capire se è nata una nuova stella della canzone italiana, Al Bano intervistato dal nostro corrispondente dall’Italia Emilio Buttaro ha spiegato: “E’ stata un’esperienza davvero interessante e sono stato affascinato da ogni soggetto che ha dato vita a questo show”.

E sul suo possibile ritiro ha chiarito: “Nella trasmissione Porta a Porta da Vespa, dovevo cantare quattro brani dal vivo e in quella circostanza mi è successo qualcosa di strano, mai verificatosi in vita mia, come ad esempio dimenticare le parole. Ho preso il tutto come avvertimento e a caldo ho detto che avrei chiuso alla fine di questo 2018. Durerà un mese, sei mesi o per sempre non lo so ma è un fattore di salute perchè ultimamente ho avuto dei segnali importanti e forse ho esagerato con me stesso”.

Al Bano ha poi voluto ricordare con nostalgia le sue esperienze in Venezuela: “Ci sono stato moltissime volte negli anni ’70, ricordo tanti italiani in una terra molto bella. Un periodo meraviglioso quello per me e spero che il sole umano non abbandoni mai le sorti di quel Paese”.

Video intervista di Emilio Buttaro

 

Condividi: