Una settimana al Max

Massimiliano Allegri insieme al nostro giornalista Emilio Buttaro

Quattro stagioni in bianconero e quattro scudetti, come lui nessuno mai, anzi no! Durante gli anni ’30 sempre con la Juventus, la stessa impresa riuscì a Carlo Carcano. Nell’era moderna però è impossibile, almeno in Italia trovare un record-man come il tecnico livornese capace di affiancare ai quattro campionati  anche la quarta Coppa Italia di fila.

Eppure nella città della Mole l’accoglienza non fu delle migliori con l’ombra di Antonio Conte da cancellare. Subito le scelte rischiose a cominciare dal via libera per la partenza di un’icona come Andrea Pirlo. Un altro azzardo di non poco conto è l’esclusione di Bonucci nella gara di Champions in Portogallo fino alle panchine a ripetizione nella stagione in corso per Dybala e Higuain, con il Pipita escluso anche nella finale di Coppa Italia dei giorni scorsi.

Le scelte danno ragione a Max che in Italia stravince e nella massima competizione europea accarezza le imprese. Sì, sul piano dello spettacolo forse in Italia c’è chi regala più emozioni ma su quello dei risultati l’allievo di Galeone non ha rivali.

E il futuro? Per il tecnico più pagato della serie A ci sarebbe da onorare un contratto fino al 2020 da 7,5 milioni di euro a stagione ma intanto non mancano le pretendenti soprattutto in Premier. C’è poi l’ipotesi di un anno di stop o ancora quella di un mercato bianconero intrigante per riprovare la corsa Champions.

L’unica certezza al momento è quella che vede Max da Livorno, l’uomo capace di far sedere le stelle in panchina, entrato a pieno titolo nella categoria degli allenatori top, quelli a cui tutto è davvero permesso!

Emilio Buttaro

Condividi: