Perù: ministro dell’Economia si dimette dopo due mesi

David Tuesta, ministro di Economia del Perù, dietro la sua scrivania.
David Tuesta, ministro di Economia del Perù

ROMA. – Il ministro dell’Economia e delle finanze del Perù, David Tuesta, ha dato le dimissioni dopo appena due mesi in carica, in seguito alle polemiche per l’aumento delle imposte nel Paese. A renderlo noto è stato il governo peruviano, secondo quanto riportato da media locali. Il presidente peruviano Martin Vizcarra ha accettato le dimissioni durante un messaggio al Paese nel quale ha sottolineato il buon stato dell’economia, una delle più solide in America Latina.

“Abbiamo deciso di apportare modifiche al consiglio dei ministri, e per questo abbiamo accettato le dimissioni del ministro dell’Economia, che ringraziamo per il suo servizio”, ha detto Vizcarra. Il presidente non ha voluto precisare le ragioni per le quali il ministro ha lasciato la squadra di governo, e ha evitato di dire se siano sorte delle divergenze in merito al pacchetto di misure impositive volute dall’ex funzionario.

Vizcarra ha cercato di slegare le dimissioni dalla situazione economica del Paese. “La nostra economia ha cominciato di nuovo a crescere”, ha assicurato Vizcarra, aggiungendo che “il Perù crescerà con tassi sostenibili e inclusivi”. Il presidente peruviano ha riferito che nei primi due mesi dell’anno “abbiamo recuperato la crescita, siamo già a circa il 5%”.

Secondo quanto riferito dai media locali, le dimissioni di Tuesta sarebbero dovute alle critiche per le misure del governo. Il funzionario aveva infatti dato impulso nelle ultime due settimane a un pacchetto impositivo che ha allargato le imposte al consumo e aumentato il prezzo del carburante, provocando la resistenza di alcuni settori dell’economia.