IIC-Madrid, Mario Mariani interpreta Rossini

Il musicista Mario Mariani
Assai apprezzato dalla critica, Mariani è considerato un musicista eclettico. L’artista definisce il suo stile "composizione istantanea transpersonale"

MADRID – Cala il sipario sul ciclo di musica “Note Nuove-Suono Italiano Madrid 2018”, la manifestazione culturale organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Madrid con il patrocinio di UFG (Unión Fenosa Gas). Dopo i concerti di Emanuele Ferrari (15  marzo), Raoul Moretti (12 aprile) Mariangela Vacatello (17 maggio) Akiko Kozato e Adele D’Aronzo (7 giugno), chiude  il ciclo Mario Mariani.

Il musicista è nato a Pesaro nel 1970. Si è diplomato in pianoforte al Conservatorio Gioachino Rossini della città natale e, dopo aver creato il gruppo sperimentale “Broz Ensemble”, inizia a comporre colonne sonore. E’ sua la musica  di film di Vittorio Moroni, Gianluigi Toccafondo e Matteo Pellegrini. 

Assai apprezzato dalla critica, Mariani è considerato un musicista eclettico. L’artista definisce il suo stile “composizione istantanea transpersonale”. È ideatore e direttore artistico del “Teatro libero del Monte Nerone”, un festival estivo a cadenza annuale nato nel 2011 che si svolge all’interno di un bosco ai confini tra Marche e Umbria.

Mariani, nel corso della serata, interpreterà brani del “Cigno di Pesaro”, Gioachino Rossini: dall’obertura de “L’Italiana in Algeri” a quella della “Gazza Ladra”, dall’obertura del Guglielmo Tell al Duetto buffo di due gatti 

L’appuntamento è alle ore 20 presso la sede dell’Istituto Italiano di Cultura (Calle Mayor, 86)