Sognando il Qatar

Roberto Mancini a Coverciano insieme al giornalista Emilio Buttaro
Roberto Mancini a Coverciano insieme al giornalista Emilio Buttaro
E’ inutile nasconderlo: un Mondiale senza i nostri azzurri rimane qualcosa di indigeribile. E più si avvicina l’inizio dei giochi più cresce il rammarico degli italiani. Potrebbe essere il Mondiale più bello di sempre come ha già sentenziato qualche illustre addetto ai lavori ma con l’Italia a casa, manca davvero più di qualcosa.
C’è chi ha già individuato la Nazionale per cui simpatizzare e chi invece non ne vuole proprio sapere di una rassegna orfana del nostro tricolore. Pensare che questo mese trascorrerà in fretta è davvero una consolazione troppo magra.
Così la parola d’ordine diventa per forza di cose “Rinascita” ed in questo senso l’ottimismo di Roberto Mancini non guasta affatto. Persi tre Mondiali da calciatore (non ha giocato incredibilmente nemmeno un minuto nel torneo più importante), il nuovo Commissario Tecnico ha una missione ben precisa.
“Penso a qualificarmi per l’Europeo e poi a disputarlo alla grande – ha detto qualche giorno fa – ma confesso che l’idea del Mondiale del 2022 già mi frulla in testa”.
Così mentre sta per partire la festa degli altri proviamo a fare nostro il Mancini-pensiero sognando come lui un’Italia protagonista al prossimo Mondiale in Qatar.
Emilio Buttaro