Usa: confermati primi casi del virus del Nilo Occidentale

Una zanzara portatrice del virus del Nilo Occidentale
Muore donna a Treviso, 123 contagi nel nostro paese su 231 in Ue.

WASHINGTON. – Confermato il primo caso di contagio del virus del Nilo occidentale portato dalle zanzare in Illinois: a Chicago una donna sui 60 anni è stata infettata. Pochi giorni prima un altro paio di contagi sono stati registrati in California. Gli esperti si attendono una stagione piu’ intensa del solito questa estate in quanto le piogge estese favoriscono il proliferare delle zanzare portatrici del virus.

I casi diagnosticati sinora infatti sono già apparsi con un mese di anticipo rispetto all’estate precedente. Gli esperti dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) di Atlanta invitano la popolazione a cercare di proteggersi usando magliette con le maniche lunghe, cappellini e nei casi di passeggiate naturiste spray anti-insetti.

Nel 2017 il virus fu trovato in 47 stati Usa. Nella maggior parte dei casi il contagio causa solo sintomi influenzali lievi. Ma in rari casi puo’ portare meningite ed encefalite. Le zanzare acquisiscono il virus da uccelli morti e quelle che possono trasmetterlo a loro volta sono le ‘Culex Pipiens’.