Ubriaco a cavallo, denunciato per guida in stato d’ebbrezza

Un primo piano del cavallo.
Scattata anche la sospensione della patente e una multa

IVREA (TORINO). – A zig-zag per le vie di San Bernardo, popoloso quartiere di Ivrea, tra auto e pedoni esterrefatti. Un uomo di 45 anni, in sella al proprio cavallo, ha scatenato il panico l’altra sera sulla pubblica via: era ubriaco ed è persino caduto dal destriero quando ha visto arrivare la pattuglia della polizia. La sua cavalcata in centro a Ivrea gli è costata cara: denuncia per guida in stato di ebbrezza, multa e sospensione della patente. Proprio come se fosse al volante di una qualsiasi utilitaria.

Gli agenti del commissariato eporediese sono intervenuti su richiesta di diversi automobilisti che hanno notato il cavallo in mezzo alla strada, pericolosamente vicino alle auto di passaggio. L’instabile cavaliere ha proseguito per qualche centinaio di metri poi, alla vista dell’auto con i lampeggianti blu, è caduto a terra, disarcionato dal cavallo. Ha poi tentato di risalire ma era talmente ubriaco che non ci è riuscito.

A quel punto gli agenti lo hanno accompagnato in commissariato. Il cavallo, invece, è stato affidato ad un amico, residente poco distante, che lo ha riportato al maneggio. Ed è anche andata bene che il destriero, evidentemente bene addestrato, una volta fatto cadere il cavaliere non è scappato. Benché spaventato dalle auto di passaggio, è rimasto vicino al proprietario, in attesa di tornare a casa.

Secondo il codice della strada, il 45enne dovrà rispondere penalmente della propria condotta dal momento che la guida di veicoli, così come la conduzione di animali, secondo la norma generale, è consentita solo a chi è in possesso dei requisiti psicofisici. Il 45enne, l’altra sera, ne era evidentemente privo a causa dell’alcol. Sul ritiro della patente, invece, dovrà esprimersi, come da prassi, la prefettura.