Amarcord: Julio César León il patriarca degli olimpionici venezuelani

Julio César León é la sua bici
Léon é stato il primo venezuelano che ha partecipato ai Giochi Olimpici

CARACAS – Il pittore venezuelano Alberto Egea López (1901-1958) aveva partecipato nel concorso artistico durante i Giochi Olimpici Los Angeles 1932. Allora c’erano anche discipline non sportive. La terra di Bolívar per avere un rappresentante a livello sportivo nei giochi a cinque cerchi ha dovuto attendere Londra 1948. Tutto questo grazie alla perseveranza e tenacia del ciclista Julio César León (93 anni), allora 23enne.

Quella del campione nato nello stato Trujillo fu un’iniziativa individuale e non degli enti sportivi locali. Forse León nel tentare questa titanica impresa si inspirò nel fallito tentativo di Teodoro Capriles di qualificarsi per i Giochi Olimpici di Berlino nel 1936.

Il ciclista venezuelano partí verso la penisola britannica grazie alle sue risorse economiche, che era riuscito a racimolare lavorando in una fabbrica di tele. León intraprese il viaggio insieme a sua moglio, l’allenatore italiano Grande Allegri e ovviamente la sua bici del marchio Legnano. Il ciclista si era allenato per partecipare, ma non si era misurato con nessun avversario in gara.

In una intervista, il campione delle due ruote confessò che dopo essere giunto in Inghilterra riuscí ad arrivare nella capitale grazie ad un passaggio su un caccia bombardiere della Royal Air Force.

Un altro fatto curioso dell’esperienza di León durante i giochi di Londra 1948 é stato quello della bandiera che usò durante la cerimonia d’apertura. “Insieme a mia moglia abbiamo comprato la stoffa con i tre colori della bandiera e poi lei l’ha confezionata. Poi con la mazza di una scopa che ho trovato nel luogo dove si svolgevano gli allenamenti ho fatto l’asta. E cosí sono riuscito a sfilare con la bandiera dal mio paese”.

Nonostante non avesse una bicicletta adatta, León riuscí a chiudere la gara al 14esimo posto. Per la cronaca la gara fu vinta dall’italiano Mario Ghella (che per tantissimi anni ha vissuto in Venezuela, ma da circa una decina d’anni é rientrato nel Belpaese).

(di Fioravante De Simone)