Di Maio, reddito di cittadinanza “punto zero” della manovra

Il ministro del Lavoro dello Sviluppo economico e vicepremier Luigi Di Maio in aula alla Camera durante la votazione degli emendamenti del Decreto dignità., mentre si siede nel seggio del governo
Il ministro del Lavoro dello Sviluppo economico e vicepremier Luigi Di Maio in aula alla Camera durante la votazione degli emendamenti del Decreto dignità. ANSA/ANGELO CARCONI

ROMA. – “Il punto zero” della manovra, il punto dal quale non si può prescindere. Luigi Di Maio, riunendo i gruppi M5s prima della pausa estiva, lancia la sfida “madre” del prossimo autunno per il Movimento: l’inserimento del reddito di cittadinanza nella legge di bilancio.

Sarà, spiega Di Maio a quanto riferisce chi era presente alla congiunta dei deputati e senatori, un reddito di cittadinanza “condizionato” e non universale, ovvero una misura di cui chi è senza lavoro potrà usufruire a certe condizioni e per un tempo limitato. Ma il reddito di cittadinanza, assicura il leader del Movimento, si farà anche perché è previsto nel contratto di governo.

L’atmosfera alla riunione è serena. Del resto è il giorno del dl dignità misura che Di Maio rivendica davanti ai suoi parlamentari. “Stiamo facendo un buon lavoro, stiamo mantenendo saldi i nostri principi”, è il senso del ragionamento del vicepremier che non cita la Lega ma si limita a sottolineare come il contratto di governo “funzioni”.

È, tuttavia, un contratto e non un’alleanza e, non a caso, Di Maio fa un primo cenno alla sfida delle Europee del prossimo anno. Una sfida in cui il leader rimarca la fiducia nel fatto che il M5S possa rompere il duopolio Pse-Ppe, spiga chi era presente alla riunione. Riunione alla quale, nei minuti iniziali partecipa anche il presidente della Camera Roberto Fico per un breve saluto.

Pochi gli interventi successivi a quello di Di Maio e pochi i riferimenti al nodo vaccini. Del resto, come afferma scherzando un parlamentare al termine della riunione, “prima delle ferie non si fanno polemiche”.

(Di Michele Esposito/ANSA)