Una spiaggia per Manhattan

Una piccola spiaggia con vista sui grattacieli di New York
Una spiaggia per Manhattan?

NEW YORK – La morsa di caldo che si è abbattuta su New York, città che durante l’inverno ha toccato i meno 15 gradi e ora ha sfiorato i 35 resi irrespirabili da un’umidità dell’80 e il 90 per cento, fa sognare spiaggia e mare.

Ma Manhattan è un’isola senza spiaggia, al contrario degli altri municipi che compongono lo stato di New York. Ecco dunque che arriva da un editoriale del New York Times la proposta di una spiaggia anche a Manhattan, un’idea che lungi dal sembrar peregrina al sindaco De Blasio, è stata accolta con grande interesse.

L’editoriale del New York Times fa parallelismi con altre metropoli, tra le quali Roma, Parigi, Londra e Berlino, che hanno piccole aree balneabili sui loro corsi d’acqua.

Ma le acque inquinate dell’Hudson e dell’East River, nelle quali sfociano molti scarichi fognari, darebbero non poco filo da torcere al sindaco italo-americano qualora volesse davvero mantenere la promessa di una spiaggia a Manhattan. La bonifica richiederebbe un ingente impegno finanziario, fondi che, secondo molti, sarebbe meglio investire in altri problemi ben più gravi, come per esempio quello dei tanti “homeless” che ciondolano tra le strade e le stazioni della metropolitana.