Giudice americano ordina il sequestro di Citgo

Il provvedimento, dopo aver analizzato i documenti presentati da Cristallex International Corporation, è stato presa per permettere il risarcimento  dell’industria canadese espropriata nel 2008.

CARACAS – Leonard P. Stark, Giudice Federale del Tribunale del Distretto di Wilmington nel Delaware, ha ordinato il sequestro della Citgo Petroleum Corporation, proprietà di Petróleos de Venezuela.  Cristallex International Corporation ricorse al tribunale di arbitraggio della Banca Mondiale che gli diede ragione. E condannò il Venezuela a pagare un miliardo e 400 milioni. Nel 2017 un tribunale della Corte di New York confermava il verdetto e ordinava il sequestro di beni del Venezuela per un valore di un miliardo 200 milioni.

Il sequestro ordinato dal Giudice Federale per risarcire i danni causati alla compagnia canadese con esproprio della miniera rappresenta un duro colpo per il Paese. Comunque, ancora non si conosce la portata della decisione. Quindi, le ripercussioni su Pdvsa.

La decisione di procedere al sequestro di Citgo è stata resa nota dal Wall Street Journal. Lunedì si saprà se il Tribunale procederà al sequestro totale o parziale di Citgo.

I reclami della ConocePhillips

Anche la Holding Petrolifera ConocoPhillips cerca di riscuotere circa 2 miliardi di dollari da Pdvsa. Questa, infatti, è la somma decisa dai tribunali internazionali come risarcimento per l’esproprio degli interessi della ConocoPhillips in Venezuela. Conoco era riuscito, in un primo momento, a convincere un tribunale di Aruba e Curacao a sequestrare due petroliere e altre proprietà della holding petrolifera venezuelana. Poi, però, un altro tribunale permetteva alle petroliere di salpare. Il tribunale, nel permettere alle petroliere di salpare, avrebbe tenuto in conto il danno che si stava arrecando all’economia delle isole.

Il Venezuela, fortemente indebitato, è sull’orlo del default non più “selettivo” ma integrale. Corre il rischio, quindi, di perdere altre aziende all’estero di sua proprietà. Quella del giudice Leonard P. Stark, del Tribunale del Distretto di Wilmington nel Delaware potrebbe essere il primo di una serie preoccupante di sequestri di beni che potrebbe mettere definitivamente in ginocchio la holding petrolifera e quindi il paese. L’economia del Venezuela, infatti, dipende in un 95 per cento dalla sua principale industria: la petrolifera.