Milano sfida Madrid, ultimi test per Inter e Milan

Spalletti e un gruppo di giocatori
Spalletti dirige l'allenamento ad Appiano Gentile. (Foto cortesia Inter FC)

MILANO. – Sono circa 15 i chilometri che dividono lo stadio Santiago Bernabeu, casa del Real Madrid, e il Wanda Metropolitano, l’impianto di ultima generazione dell’Atletico Madrid. Solo 15km che domani sera divideranno anche Milan e Inter, entrambe di scena alle 21 nella capitale spagnola per l’ultimo test pre-campionato, rispettivamente contro Real e Atletico. Ma, soprattutto, una prima prova per provare a tornare grandi.

Il viaggio a Madrid può rappresentare una svolta, in particolare per l’Inter. La squadra è partita con la dirigenza al seguito (Steven Zhang compreso), ma senza Nainggolan, Perisic e Vrsaljko. Dalla capitale spagnola sono attese conferme sul lavoro del tecnico Spalletti in campo, con un nuovo banco di prova per la coppia Icardi-Lautaro che dovrebbero partire ancora titolari.

Soprattutto però si attendono notizie sul fronte Luka Modric. La società nerazzurra aspetta una risposta, mentre le voci da Madrid sembrano chiudere ogni opportunità all’affare. Il giocatore, intanto, manda messaggi sui social, con un like ad un post di Perisic in cui l’attaccante nerazzurro lo ha chiamato a Milano. Modric rappresenterebbe la ciliegina sulla torta del mercato dell’Inter, che è anche vicina a chiudere l’affare Keita dal Monaco (prestito oneroso da 5/6 milioni e riscatto da 30). Un doppio-colpo che potrebbe rilanciare le ambizioni scudetto dei nerazzurri.

Non ha però intenzione di stare a guardare il Milan, sia in campo che sul mercato. Dopo lo scambio che ha portato in rossonero Higuain e Caldara, Leonardo sta lavorando per chiudere anche l’affare Bakayoko. Intanto, però, il dirigente brasiliano volerà a Madrid insieme alla squadra, accompagnato anche da Paolo Maldini: segnale della volontà di stare vicini anche al tecnico Gattuso.

”Ho parlato più volte con il presidente Florentino Perez – ha commentato Maldini -. Lui vuole che il Milan torni ad alti livelli, come una volta. Ci sta aspettando, siamo stati un avversario duro e leale per loro”. Un esame importante per i rossoneri, quello contro il Real di Lopetegui, soprattutto dopo le buone prestazioni negli Usa.

La squadra partirà domani in giornata, con rientro domenica: convocati entrambi gli ultimi arrivati, Higuain e Caldara. La Milano calcistica sfida Madrid, per ora soltanto in amichevole, ma in testa c’è la voglia di tornare al centro d’Europa.