Brasile: autobus di San Paolo saltano le fermate per paura delle rapine

Un autobus fermo ad una fermata
Autobus di San Paolo saltano le fermate per paura delle rapine

ROMA. – Gli autisti di autobus che lavorano di notte nel Terminal Santo Amaro, nella zona sud di San Paolo, hanno modificato itinerari, smesso di fare alcune fermate e a volte si spostano senza mostrare le insegne luminose, per evitare le rapine nella regione. Come riferisce il portale brasiliano Uol, i passeggeri e gli autisti che utilizzano quelle linee sono stati assaliti da ladri che entrano negli autobus e rubano oggetti di valore come telefoni cellulari e borsellini.

“Questo sta accadendo di frequente SU tutte le linee (…) in luoghi bui e deserti, dove è facile la fuga dei criminali”, ha raccontato un’autista della compagnia Transwolff. In un comunicato, il Dipartimento di pubblica sicurezza di San Paolo ha riferito che continua quotidianamente il pattugliamento della regione e che c’è stato un calo del 20% delle rapine su autobus rispetto alla prima metà del 2017.

Tuttavia, una ricerca con fonti legate alle società di trasporti ha segnalato che diversi casi di assalti non sono più stati registrati. Secondo le ricerche infatti, le denunce vengono registrate dalla polizia solamente quando i passeggeri rapinati accettano di rendere la loro testimonianza, mentre se è presente solamente il conducente, la denuncia non viene raccolta sulla base del fatto che i criminali non hanno rubato nulla del veicolo.

La SPTrans, società che gestisce il trasporto pubblico comunale a San Paolo, ha dichiarato che si mantiene in contatto con la polizia militare per ridurre il numero di rapine della regione del Terminal Santo Amaro, sottolineando che agli autisti non è consentito di cambiare il percorso della linea o di saltare le fermate.