Uno sguardo al passato: mostra fotografica sull’emigrazione veneta

Dai finestrini del treno ragazzi che partono salutano le fidanzate.
Saluti alla stazione.

CARACAS –  Il Presidente del Consiglio Regionale Veneto Roberto Ciambetti ha inaugurato l’esposizione fotográfica “Uno sguardo al Passato” sull’emigrazione italiana e veneta che ha contato con la partecipazione del vice ambasciatore d’Australia a Roma Jo Tarnawsky e del viceconsole USA a Milano John Crosby. L’evento organizzato dall’Associazione Nazionale Emigranti nelle Americhe e in Australia si è svolto nel palazzo Ferro Fini.

Il presidente Ciambetti nel ringraziare al presidente di Anea, Enrico Pauletto e tutti coloro che hanno organizzato la mostra, ha sottolineato l’importanza di essere fieri della nostra emigrazione che è stata scritta da persone semplici e umili che con il lavoro ed etica, ci hanno fatto onore in tutto il mondo ed ha ricordato che in tutte le scuole venete dal prossimo anno si studierà la storia dell’emigrazione veneta grazie a un protocollo d’intesa tra Regione Veneto Ufficio scolastico regionale e le sette associazioni venete dei nostri emigranti”.

La mostra è composta da circa sessanta pannelli che illustrano diverse epoche e posti dell’emigrazione italiana e veneta facendo riferimento a zone del Brasile meridionale.

“Sono storie spesso dolorose e di molteplici difficoltà” ha affermato Ciambetti “non solo nel passato ma ancora oggi, basti pensare alla situazione drammatica della comunità veneta del Venezuela dove si sta vivendo una situazione di grave crisi umanitaria, che non può essere passata inosservata.”

Manuela Lanzarin assessore generale della regione Veneto ha partecipato all’inaugurazione affermando: “Il Veneto è molto legato all’emigrazione per questo è molto importante ricordarla e trasmetterla nelle scuole con la partecipazione delle associazioni presenti tanto in Italia che all’estero.”

“Questo evento “Uno sguardo al passato” come figli e nipoti di migranti l’abbiamo promosso” ha detto Ciambetti “affinchè la nostra storia che non è molto conosciuta sia ricordata meglio.”

“In Australia” dichiara la vice ambasciatore d’Australia a Roma, Jo Tarnawsky “ci sono più di un milione d’italiani tra cui molti veneti che hanno contribuito attivamente allo sviluppo del nostro Paese e questo è un importante riconoscimento al loro valore e sacrificio.”

Anche il il viceconsole Usa a Milano, John Crosby ha detto: “L’emigrazione ha unito le tradizioni culturali dei due paesi arricchendo entrambi i paesi, fin dal secolo scorso, creando un legame stabile e duraturo che porta e sicuramente porterà ancora tanti benefici.”

Fino al 10 ottobre si potrà apprezzare la mostra che rimarrà aperta da lunedì a venerdi in orario dalla 10 alle 17, entrata gratuita.

(di Angelo Di Lorenzo)