Amichevole, Rondón: “Interrompere il lungo digiuno di gol”

Rondón con la maglia della nazionale contrastato da due avversari
Rondón contrastato da due avversari

CARACAS. – Quando sono state diramate le convocazioni ed é stato pronunciato il nome di Salomón Rondón molti tifosi si sono lamentati. Ma quello che non possono negare  è che “il gladiatore” sia un cecchino in area avversaria, é uno di quei bomber che appena fiuta l’odore del sangue azzanna subito la preda. Nella gara persa venerdì 2-1 con la Colombia ha fatto coppia d’attacco con Josef Martínez che sta disputando una stagione formidabile con l’Atlanta United in Major League Soccer. Per Rondón é stata un’altra gara a secco, non segna con la casacca della Vinotinto da ben 747 minuti.

Per la gara di stasera non ci sarà Martínez. L’ex attaccante del Torino aveva accordato con il mister che sarebbe ritornato alla base dopo il match contro i cafeteros. Molti tifosi sperano che al posto del bomber valenciano ci sia uno tra Christian Santos o l’italo-venezuelano Fernando Aristeguieta De Luca.

Ritornando al digiuno di Rondón, non segna in nazionale dal 28 marzo 2017, quel giorno i creoli furono battuti per 3-1 a Santiago contro il Cile. il Gladiatore andò a segno di testa quando la gara era sul 3-0 per la roja.

L’astinenza da gol non é solo con la nazionale, ma anche a livello di club. In questo 2018 ha segnato solo 5 reti. Per questo motivo i tifosi sono andati su tutte le furie quando hanno visto il nome di Rondón. Gli esperti in materia sanno che un ariete come Rondón può sempre servire in attacco. Ma sanno anche che ci sono giocatori come Darwin González ed Edwuin Pernía che stanno chiedendo un posto in nazionale a suon di gol.

Ma parlando degli attaccanti della nazionale venezuelana c’è un altro non riesce ad inquadrare la porta: si tratta di Josef Martínez. Ma nel caso del bomber valenciano, a livello di club é un killer in area avversaria, solo con la nazionale non segna addirittura dal 2016, quando il 10 novembre segnò una tripletta contro la Bolivia. I tifosi, sperano che il digiuno di Rondón finisca stasera contro il Panamá. Si sa che questi campioni che non segnano, quando ritrovano il gol sono capaci non solo di fare un gol ma anche due o tre reti in una sola gara.

(di Fioravante De Simone)