Cinesi innamorati dell’Europa, raddoppiano i turisti

Ragazze cinesi turiste consultando la mappa della città. Cinesi
Dal Paese del Dragone sono partiti 71.31 milioni di viaggiatori

ROMA. – L’anno del turismo Europa-Cina cominciato simbolicamente a Venezia ricordando la Via della Seta comincia a portare i suoi frutti al Vecchio Continente che fa il pieno di arrivi di turisti cinesi nei primi sei mesi del 2018. Dal Paese del Dragone sono partiti 71.31 milioni di viaggiatori, il 15% in più rispetto allo stesso periodo del 2017: il 13% di essi ha visitato l’Europa, diventata seconda destinazione al mondo, con arrivi dalla Cina raddoppiati rispetto ai primi sei mesi dello scorso.

Emerge il primo Report della China Tourism Academy (l’ente del Ministero della Cultura e del Turismo cinese) presentato da Welcome Chinese. Il miglioramento dei servizi ad hoc dedicati specialmente ai viaggiatori e le maggiori facilitazioni per il rilascio dei visti, così come l’intensificarsi dei collegamenti aerei, hanno sicuramente aiutato l’Europa a diventare, dopo l’Asia, la meta più gettonata per viaggi oltre la Grande Muraglia.

E questi risultati premiano anche da vicino l’Italia che non solo è il terzo paese più visitato ma piazza la città eterna come seconda città più scelta, con arrivi in continuo aumento. Le dieci destinazioni preferite infatti sono state in ordine di visitatori: Francia, Germania, Italia, Spagna, Russia, Gran Bretagna, Svizzera, Grecia Repubblica Ceca e Ungheria.

La Francia è diventata la nazione europea più visitata anche grazie alla vittoria nella Coppa del Mondo di calcio, sport che appassiona i cinesi e che ha portato fortuna anche a Croazia e Serbia, prima ignorate dai tour operator. Le prime dieci città per numero di visitatori sono Parigi, Roma, Praga, Mosca, a sorpresa la svizzera Interlaken, Vienna, Firenze, Venezia, Budapest e Barcellona.

Tra gli altri dati che emergono dallo studio da sottolineare l’aumento dei viaggi indipendenti, il raddoppio della richiesta di guide locali, il boom delle vendite online. Interessante notare anche l’aumento vertiginoso dei turisti 30enni e delle donne che surclassano gli uomini. La spesa media è di 300 euro al giorno (+15% rispetto al 2017) e di 1500 euro a viaggio, quasi sempre per beni e servizi di lusso.

(di Cinzia Conti/ANSA)