Presidente Maduro: “La gratifica natalizia sarà pagata in Petro”

Il capo dello Stato ha invitato i venezuelani a partecipare al “Piano di Risparmio in oro”.

CARACAS – Quest’anno i lavoratori, siano essi impiegati pubblici o no, riceveranno la “gratifica natalizia” calcolata in “Petro”, la cripto moneta che si è inventato il governo del presidente della Repubblica, Nicolás Maduro.

– A ottobre e novembre – ha detto il presidente della Repubblica, Nicolás Maduro – si paga l’“aguinaldo”, la gratifica natalizia. La pagheremo riconvertita, fissata in “Petro”. Pagheremo una gratifica natalizia potenziata.

Il capo dello Stato, poi, ha invitato i venezuelani a partecipare al “Piano di Risparmio in oro”.

– L’ho progettato per chi lavora, per chi produce – ha spiegato il capo dello Stato durante una trasmissione a reti unificate –. Fate le vostre prenotazioni per risparmiare. Prepariamoci.

Stando al vicepresidente responsabile dell’area economica, Tareck El Aissami, lo scorso mese il “Plan de Ahorro en Oro” aveva raggiunto quota 12 milioni di “bolívares soberanos”. Il presidente Maduro, in più occasioni, ha esortato le “Cajas de Ahorro” (specie di salvadanaio dei lavoratori di una azienda che mensilmente vi depositano una parte del salario) a creare un piano speciale affinché gli impiegati possano comprare e i lingotti d’oro messi in vendita dalla Banca Centrale (pezzi da 1,5 gr. il cui costo è di 3.780 BsS o di 2,5 gr. il cui costo è di 6.300 bsS).

Il presidente Maduro ha anche informato che almeno fino a novembre il salario degli impiegati pubblici sarà pagato settimanalmente, per garantire il loro potere d’acquisto.

In Venezuela era consuetudine che gli impiegati pubblici e privati ricevessero lo stipendio in due quote quindicinali. Con l’entrata in vigore dell’ultimo aumento degli stipendi e, in sostanza, con l’eliminazione della scala salariale, il governo ha cominciato a pagare settimanalmente gli impiegati pubblici.