Sorpresa Mancini: ripesca Giovinco, fuori Balotelli e Belotti

Giovinco di spalle con la maglia azzurra della nazionale. Mancini
Sorpresa Mancini: ripesca Giovinco

ROMA. – Belotti e Balotelli no, Giovinco e Caprari si. Il ct Roberto Mancini propone sostanziali (e sorprendenti) novità in vista dell’amichevole a Genova contro l’Ucraina e della terza sfida di Nations League in tasferta contro la Polonia. Le bocciature fanno più rumore delle promozioni, perché è vero che Balotelli non è in condizioni di forma smaglianti – sta ancora smaltendo i troppi chili accusati alla ripresa della stagione agonistica, e siamo a ottobre – è altrettanto lampante di come Belotti non sia più considerata una pedina inamovibile nell’attacco dell’Italia: la sua assenza non ha motivazioni strettamente fisiche, visto che il centravanti del Torino stasera è atteso in campo, nell’anticipo di campionato con il Frosinone. Il paradosso sta nel fatto che Mancini ha chiamato la riserva del ‘Gallo’ nel Torino, Simone Zaza (non è la prima volta che accade in Nazionale).

Nell’autunno azzurro vengono rilanciati Giovinco, l’attaccante più pagato della Major League Soccer (7 milioni a stagione, bonus compresi) e che in 23 presenze stagionali ha realizzato 12 gol più 6 assist. Da tre anni (sfida contro la Norvegia, a Roma, ma il ct era Antonio Conte), la ‘Formica atomica’ non si vestiva di azzurro. Ora ritrova l’azzurro a 31 anni.

Per Gianluca Caprari della Samp si tratta, invece, di una prima assoluta, di un esordio vero e proprio nel Club Italia. Del quale, invece, hanno già fatto parte Alessandro Florenzi e Danilo D’Ambrosio, assenti a settembre; Marco Verratti e Patrick Cutrone, che avevano fatto l’ultima apparizione in Nazionale a marzo nei due test in Inghilterra; Francesco Acerbi, dopo oltre due anni (ultima convocazione a marzo 2016) tornato in nazionale grazie a un buon avvio di campionato con la Lazio.

La Nazionale si radunerà nel Centro tecnico federale di Coverciano, nella serata di domenica 7 ottobre. Il giorno dopo gli azzurri sosterranno la prima seduta d’allenamento nel pomeriggio, martedì partiranno per Genova martedì, alla vigilia dell’amichevole contro l’Ucraina. La Nazionale farà quindi ritorno a Coverciano dopo la partita e sabato 13 ottobre si rimetterà in movimento per raggiungere Chorzow, sede della terza sfida della Nations League contro i padroni di casa della Polonia.