Baseball: Il venezuelano Acuña negli almanacchi della MLB

Acuña in azione con la maglia degli Atlanta Braves
Acuña jr in azione con la maglia dei Braves

CARACAS – Durante 65 anni Mickey Mantle é stato il pelotero più giovane della Major League Baseball che ha messo a segno un grand slam durante le post seasson. Domenica, il venezuelano Ronald Acuña jr con la sua abilità con la mazza ha spiazzato lo storico giocatore dei Yankees.

Mantle aveva stabilito questo singolare primato all’età di 21 anni, il 4 ottobre del 1953, con la maglia dei New York Yankees. Quel giorno, nella splendida cornice del Ebbets Field de Brooklyn, aveva difronte il lanciatore Russ Meyer dei Dodgers, durante il terzo inning del quinto gioco delle World Series.

Ma da questo 2018, é cambiato il nome del primatista! Adesso é il venezuelano Ronald Acuña jr (20 anni). Anche in quest’occasione ad entrare nella parte negativa del record sono stati i Dodgers. Acuña ha messo a segno il suo grand slam nel terzo gioco delle serie divisionali della National League.

Ma questo é solo uno dei tanti primati messi a segno in questo 2018 dalla giovane promessa del baseball venezuelano. Acuña ha esordito nella MLB il 25 aprile di quest’anno.

Uno dei primati stabiliti in questa stagione é stato quello di essere il giocatore più giovane a mettere a segno 5 fuoricampo in 5 gare consecutive. Il record é stato stabilito tra l’11 ed il 14 agosto. É il quinto giocatore più giovane che ha messo a segno 26 fuoricampo nella stagione d’esordio.

Sfortunatamente la stagione di Acuña e degli Atlanta Braves é giá finita. Saranno i Los Angeles Dodgers, che hanno vinto le ultime World Series nel 1988 e un anno fa le persero da Houston 4-3, a sfidare i Milwaukee Brewers nella finale della National League al meglio di 7.

I californiani hanno illuso gli Atlanta Braves, che dopo il successo in gara-3 avevano riaperto la serie e in gara-4 conducevano 2-1 (Machado dopo il doppio dell’1-0 realizza il fuoricampo da 3 del sorpasso al 7° inning) ma alla fine si sono arresi 6-2 lasciando la serie ai Dodgers per 3-1.

(di Fioravante De Simone)