Caso Ronaldo, CR7 vola a Lisbona dai suoi avvocati

Ronaldo mostra i muscoli.
Ronaldo mostra i muscoli.

TORINO. – Il caso Ronaldo non si sgonfia, tra nuove accuse e difese d’ufficio, e il calciatore vola a Lisbona. Ufficialmente per qualche giorno di riposo, in realtà per incontrare i suoi avvocati. Secondo la stampa portoghese, il calciatore ha approfittato della pausa del campionato italiano per mettere a punto la difesa – lui che di mestiere fa l’attaccante – contro le accuse di stupro che gli stanno piovendo addosso.

Dopo quelle della modella americana Kathryn Mayorga, bollate da CR7 come “fake news”, altre donne sarebbero pronte a puntare il dito contro lo juventino, atteso domani a Torino per la ripresa degli allenamenti. Della gita in Portogallo ci sono soltanto alcune immagini sui social, che lo ritraggono in un locale alla moda, e un breve video in cui sorride a una carezza della sua Giorgina.

L’orizzonte sembra sereno, come il mare immortalato su Instagram dalla bella fidanzata con tanto di cuoricini. Ad allontanare le nubi ci pensano la sua famiglia, la sorella Katia che lo paragona a Superman e lancia l’hashtag ‘#justicacr7’, migliaia di condivisioni in poche ore perché lui – scrive la stessa sorella – “merita”.

Eppure a Las Vegas Leslie Stoval, l’avvocato che ha intentato una azione contro il cinque volte Pallone d’Oro, è pronto a gettare addosso al campione altre accuse. Stando a quanto dichiarato dal legale ai tabloid britannici, un’altra donna sarebbe stata violentata dopo un party, una terza sarebbe stata “ferita” e una quarta avrebbe firmato un patto di riservatezza simile a quello che per nove anni ha tenuto zitta la Mayorga.

Il The Sun tira in ballo anche il nome di Karima El Mahroug, diventata nota come Ruby Rubacuori all’epoca delle Olgettine e del cosiddetto bunga-bunga. “Ancora una volta vedo il mio nome strumentalizzato per altri fini. Sono sconvolta”, si difende attraverso il suo legale, l’avvocato Paola Boccardi, la donna che anni fa aveva sì dichiarato ai pm italiani di avere avuto rapporti a pagamento con il giocatore portoghese salvo poi smentire la circostanza.

“Stupita” delle accuse mosse allo juventino si dice anche Raffaella Fico, sua compagna quando ancora giocava nel Manchester United. “Con me è stato un vero gentiluomo – rivela – un ragazzo normale, tranquillo, semplice, che si allenava anche a casa”. Dottor Jekyll e Mister Hyde, se le accuse dovessero essere mai confermate, con il The Sun che adombra addirittura il ritorno di Ronaldo in Portogallo in caso di incriminazione per evitare l’estradizione. Ma è soltanto una ipotesi.