L’uragano Michael si abbatte sulla Florida: “Un mostro”

Florida, in attesa dell'uragano Michael.
Florida, in attesa dell'uragano Michael.

NEW YORK. – Un uragano “mostruoso”: le autorità della Florida hanno avvertito con queste parole minacciose i cittadini sulla portata dell’uragano Michael, che ha toccato terra vicino a Panama City raggiungendo quasi categoria 5, la più potente, con venti a oltre 249 km orari. Come ha spiegato il governatore Rick Scott, è “la peggiore tempesta nel Panhandle in oltre un secolo”, e potrebbe portare una “devastazione inimmaginabile”, con piogge fino a 30 cm e mareggiate sino a 4,2 metri.

Il National Hurricane Center ha definito Michael “potenzialmente catastrofico” e letale: 30 milioni di persone nel sud-est degli Usa sono nel mirino, e milioni di cittadini potrebbero rimanere senza corrente elettrica. Dopo la Florida, dovrebbe fare rotta su Alabama, Georgia, North e South Carolina, dove è già stato dichiarato lo stato di emergenza.

Il presidente Donald Trump durante un incontro alla Casa Bianca con alcuni alti funzionari sull’emergenza, tra cui il commissario della protezione civile (Fema) Brock Long, ha detto che probabilmente andrà nelle zone colpite dall’uragano domenica o lunedì. Il tycoon ha assicurato di essere in contatto costante con il governatore Scott, spiegando di non voler interferire con i soccorsi, e che per questo aspetterà qualche giorno prima di recarsi di persona.

“Siamo con te Florida”, ha scritto su Twitter. Mentre la first lady Melania ha aggiunto: “Per favore, ascoltate le autorità locali mentre l’uragano Michael si avvicina e seguite l’account @FEMA per aggiornamenti e suggerimenti per aiutarvi a rimanere al sicuro”.

Già dalle prime ore della mattinata il governatore ha avvertito i cittadini: “La tempesta è arrivata, non è sicuro viaggiare attraverso la Panhandle, se siete in una zona costiera rimanete in casa, il tempo per l’evacuazione è finito”. “Ho parlato con il presidente Trump, il quale ha offerto qualsiasi risorsa federale necessaria mentre ci prepariamo a questa massiccia e catastrofica tempesta”, ha aggiunto.

Dopo il passaggio in America Centrale, dove ha causato 13 morti, Michael si è rafforzato partendo dalla categoria 1 sino ad arrivare quasi alla 5, la massima possibile. Con un impatto potenzialmente più distruttivo anche di Katrina, l’uragano che nel 2005 ha devastato New Orleans, che era di categoria 3. Il National Weather Service di Tallahassee, la capitale della Florida, ha emesso un “avviso di vento estremo” per parti delle contee di Gulf, Bay e Franklin, nella parte nord-occidentale dello stato, che si estendono lungo il Panhandle dall’area intorno a Panama City verso la parte sud di Tallahassee.

(di Valeria Robecco/ANSA)