Sci: Elena Fanchini batte il tumore, tornerà in gara

Elena Franchini mantiene promessa, ora allenamenti e in pista a gennaio. Sci
Elena Franchini mantiene promessa, ora allenamenti e in pista a gennaio.

BOLZANO. – Lo scorso gennaio, appena appresa la terribile notizia, aveva reagito subito alla sua maniera: “Vincerò anche il tumore e tornerò presto di nuovo in pista”. Elena Fanchini, veterana dello sci azzurro, ha mantenuto la promessa, ha vinto la propria battaglia e a inizio 2019 tornerà in pista, per gareggiare. Ma lei è fatta così: non ha paura di niente e ha un’eccezionale forza di volontà che la spinge ad affrontare con coraggio ogni avversità.

Del resto come potrebbe essere diversamente per una atleta che si trova a proprio agio solo quando viaggia sugli sci a più di 100 Km/h? Come potrebbe essere diversamente per una ragazza che è stata vicecampionessa mondiale a Bormio nel 2005 e che ha vinto due volte in Coppa del mondo, ma che ha avuto anche una carriera costellata dagli infortuni, le ginocchia martoriate dagli interventi chirurgici.

Ma lei, niente: non si è mai persa d’animo, sempre di nuovo in piedi da vera ragazza di montagna delle Alpi bresciane. Gente tosta, una famiglia semplice di lavoratori in cui sono cresciute Elena, Nadia e Sabrina. Sono le tre sorelle Fanchini, tutte nella Nazionale azzurra, un marchio di fabbrica nel mondo dello sci. Così, quando nel gennaio scorso, dopo un normale ciclico controllo, le era stato diagnosticato un tumore, Elena non si è di certo persa d’animo: è solo una nuova durissima sfida da affrontare.

“Ma la vincerò”. E così è stato. Il ciclo di terapie cui Elena – 33 anni e orgogliosa atleta della Guardia di finanza – è stata subito sottoposta ha dato i risultati sperati. Il tumore non c’è più e cosi Elena può tornare a sciare. La squadra tutta, la Fisi, gli amici le sono stati tutti sempre vicini. E adesso è pronto per Elena un fitto programma di allenamenti: a gennaio la rivedremo in pista. L’obiettivo è di tornare presto sul podio e magari di qualificarsi per i prossimi Mondiali del febbraio 2019, in programma sulle nevi di Aare. Sarebbe il giusto premio per ‘Miss coraggio’ (e tenacia) sugli sci.