Serie A: è già fuga Champions, in corsa Lazio e Milan

Ciro Immobile segna il gol del 2-1 della Lazio contro la Spal.
Ciro Immobile segna il gol del 2-1 della Lazio contro la Spal. ANSA/ANGELO CARCONI

ROMA. – La Juve vola, Napoli e Inter corrono, e per la Champions è già fuga. La Lazio dà spettacolo con la Spal e vola al quarto posto buono per l’Europa che conta, occupato anche dal Milan, che nel posticipo batte l’Udinese con un gol al 97′ ancora di Romagnoli. E’ la seconda rete nel recupero del capitano rossonero dopo quella contro il Genoa e vale il terzo successo di fila per Gattuso, che ora prepara la sfida di domenica prossima alla Juventus.

La capolista continua a viaggiare a ritmo pieno e ha risposto senza colpo ferire alle manite del Napoli all’Empoli e dell’Inter al Genoa, superando per 3-1 il Cagliari ieri allo Stadium. La Juve macina punti – 13 vittorie su 14 gare tra serie A e Champions – ma prende spesso gol in campionato, un aspetto su cui Allegri vuol lavorare. Dietro ai nerazzurri, loro la difesa più forte, e agli azzurri, tengono il passo la Lazio che, dopo la frenata con l’Inter, batte 4-1 la Spal, e il Milan acciaccato ma indomito.

Il pareggio di Fiorentina-Roma ha invece rallentato entrambe, superate sia da un pimpante Torino, che vince 4-1 a Marassi sulla Samp, sia dal Sassuolo, sesto dopo il 2-0 inflitto in casa al Chievo. Immobile e Belotti, con due doppiette, protagonisti di giornata. Il biancoceleste segna nel primo tempo, aprendo le marcature e replicando poi al pareggio della Spal, mettendo la partita dei suoi sul binario giusto prima delle reti di Cataldi e Parolo nella ripresa per il 4-1 finale.

Immobile è ora secondo tra i cannonieri, con otto reti, appena dietro a Piatek e subito davanti a Ronaldo. Belotti ne ha la metà ma è in netta crescita, come dimostrato a Marassi. Una rete di testa, una su rigore, e la Samp è sistemata già al 45′. Iago Falque e Izzo completano le marcature per un bel Toro, mentre arriva troppo tardi per i blucerchiati la rete di Quagliarella per il parziale 3-1. Il Sassuolo respira aria di alta classifica con la vittoria per 2-0 sul Chievo, la quinta vittoria stagionale dopo alcuni colpi a vuoto. Di Di Francesco la rete che spezza l’equilibrio a fine primo tempo e in pieno recupero l’autogol di Giaccherini, che sigla la terza confitta di fila dei gialloblù sotto la gestione Ventura.

Sale l’Atalanta, che vince 2-1 in rimonta a Bologna centrando il terzo successo consecutivo e affianca la Samp ad un solo punto da Roma e Fiorentina. ‘Mbaye illude i rossoblù, ma nella ripresa Mancini e Zapata, alla prima rete da nerazzurro, ribaltano tutto. Il Bologna resta in zona pericolo, con soli nove punti in undici gare. Il Frosinone prende un buon punto a Parma, bloccando sullo 0-0 i gialloblù che hanno perso un po’ di smalto rispetto a inizio campionato.