Usa: iscrizioni stranieri a università ai minimi dal 2013

(ANSA) – WASHINGTON, 13 NOV – Il numero degli studenti stranieri che si iscrivono alle università americane è diminuito nuovamente lo scorso anno, il secondo calo consecutivo dopo oltre un decennio di crescita. E’ quanto emerge da un rapporto annuale diffuso dal dipartimento di stato Usa e dall’ Institute of International Education, un gruppo di ricerca nonprofit basato a New York. Lo scorso autunno le iscrizioni degli studenti internazionali sono arretrate di circa il 7%, scivolando a quota 271 mila, il livello più basso dal 2013. Il numero complessivo degli studenti stranieri presenti in Usa è invece aumentato di poco, 1,5%, ma solo per il crescente numero di quelli rimasti per lavori temporanei dopo la laurea. Tra i motivi della flessione, la competizione di altri Paesi, come Australia e Canada, insieme ai crescenti costi dell’educazione negli Usa. Secondo alcune università, le politiche e la retorica della Casa Bianca sull’immigrazione potrebbero contribuire a scoraggiare gli studenti stranieri.