Bussetti: “Sì al Crocifisso e al presepe nelle aule”

Immagini da presepe
Bussetti: "Sì al Crocifisso e al presepe nelle aule". (ANSA)

ROMA. – Il Crocifisso e il Presepe sono i simboli “della nostra storia, della nostra cultura, delle nostre tradizioni e fanno parte della nostra identità”: non danno fastidio negli istituti scolastici ma semmai “aiutano a far riflettere”. Il titolare del Miur, il ministro Marco Bussetti, ha scandito questo concetto stamane, intervenendo al Congresso nazionale della Fidae dove si sono riuniti 180 tra docenti e dirigenti scolastici delle scuole paritarie.

La questione, anche con l’avvicinarsi delle festività natalizie, è sempre più scottante. Infatti il presepe è stato appena vietato nelle scuole di Favaro Veneto, Tessera e Dese, nel veneziano, ed è scoppiata la protesta dei genitori e di alcune insegnanti verso la dirigenza dell’istituto comprensivo.

La preside avrebbe giustificato la decisione con la mancanza di fondi. Ma questo ha fatto inalberare la Lega, la quale ha ricordato che esiste uno stanziamento della Regione Veneto di 50mila euro alle scuole proprio per realizzare i presepi di Natale.

E la polemica su un presunto presepe vivente che sarebbe stato ‘vietato’ dalla dirigente scolastica di una scuola primaria di Terni in segno di rispetto verso le altre culture, ha agitato per giorni le cronache locali e nazionali.

Nei giorni scorsi invece è stata l’amministrazione comunale di Arezzo a chiedere alle scuole comunali di allestire un piccolo presepe. Invito rivolto anche alle scuole statali che vorranno aderire. “E’ una tradizione importante alla quale non possiamo e non vogliamo rinunciare”, ha spiegato l’assessore alle Politiche scolastiche e sociali Lucia Tanti.

Su queste vicende sono intervenuti anche la Cgil e la Uil scuola, chiedendo alla politica di “non dettare la linea” agli istituti scolastici. “La laicità è il principio cardine della scuola statale del nostro Paese – ha detto il segretario scuola Uil Pino Turi – le nostre istituzioni scolastiche trovano, nella costituzione, la legittimazione piena della loro funzione, la garanzia della loro autonomia e indipendenza”.

A favore della posizione del ministro Bussetti, si è schierata invece l’esponente di FI Annagrazia Calabria. “Accogliamo con favore – ha detto oggi – le dichiarazioni del ministro Bussetti sull’importanza del Crocifisso e del presepe nelle aula scolastiche. Si tratta di un impegno che, da leader del movimento giovanile di Forza Italia, ho portato avanti con mozioni e mobilitazioni dei ragazzi di Forza Italia Giovani su tutto il territorio nazionale”.

(di Valentina Roncati/ANSA)