Moda: Alexander Wang Fall 2019, sfila look ragazze New York

Il look delle ragazze newyorkesi va in scena sulla passerella di Alexander Wang Fall 2019.
Il look delle ragazze newyorkesi va in scena sulla passerella di Alexander Wang Fall 2019. (ANSA)

NEW YORK . – Uptown versus Downtown. Il look delle ragazze newyorkesi va in scena sulla passerella di Alexander Wang Fall 2019. Il designer americano ha presentato la sua seconda collezione, chiamata appunto Collection 2, da outsider della New York Fashion Week. Come è da sempre sua abitudine stupire e offrire uno show nello show, Wang ha accolto il suo pubblico nello storico edificio di quella che una volta era la Williamsburg Savings Bank a Brooklyn con un gigantesco albero di Natale con decorazioni, ovviamente in nero, firmate Alexander Wang, un coro Gospel, champagne e caviale.

Poi lui stesso si è affacciato da una terrazza e ha fatto notare che la sua sfilata coincideva con la giornata mondiale dell’Aids (1 dicembre per chi legge, ndr). Ha voluto poi sensibilizzare il pubblico sull’argomento regalando pop socket personalizzati, l’accessorio per smarthphone supporto dita per selfie. Parte del ricavato dalla vendita dell’accessorio andrà invece a beneficiare ‘Red’, la non profit che raccoglie fondi per la lotta all’Aids. Alla fine del suo discorso ha chiesto a tutti di mettersi in posa per una selfie collettivo. Questo ciò che è stato definito l’atto primo del suo show.

Il secondo atto ha trasferito il pubblico in un sotterraneo, che una volta ospitata casseforti e cassette di sicurezza della banca e ecco finalmente sfilare la collezione. Da una parte la ricchezza delle ragazza Uptown (zona nella parte nord di Manhattan) con uno stile pudico che rimanda a Carolyn Bessette Kennedy, moglie del rampollo di casa Kennedy John Fitzgerald Kennedy Jr., entrambi morti tragicamente in un incidente aereo nel 1999, con i capelli lisci e in ordine e anche con cerchietto, dall’altra le ragazze Downtown (zona più verso sud di Manhattan) con i codini e uno stile più libero e sbarazzino.

“Questa collezione – ha detto Wang nel backstage – è una celebrazione della frenesia americana. Prendiamo gli stereotipi di classe e ricchezza e cerchiamo di mischiarli per dare nuova sensibilità allo status symbol”. La dicotomia tra la cosiddetta ragazza per bene e la ribelle era ben visibile nei look, abiti lunghi per uno stile più classico e pelle, shorts, giacche leopardate per uno stile meno conformista. Tra le modelle vip in passerella Kaia Gerber, figlia di Cindy Crawford.

(di Gina Di Meo/ANSA)