Manovra, salta il fondo riservato all’assistenza sanitaria ai migranti

La Camera dei deputati. Fiducia
Governo blinda manovra, sul tavolo c'è ipotesi fiducia

ROMA. – Slitta ancora l’approdo in Aula alla Camera della manovra. Il governo continua a trattare con Bruxelles nella speranza di evitare la procedura di infrazione e intanto i lavori in Parlamento sulla legge di bilancio procedono a rilento: sono di oggi i primi emendamenti approvati e continuano mancare le misure chiave come pensioni e reddito. Le proposte di modifica si concentrano così sui capitoli più diversi e spesso su norme settoriali.

SALTA VINCOLO SUI FONDI PER CURARE I MIGRANTI – Dal 2019 le Regioni potranno spendere anche per altri scopi i fondi, circa 30 milioni, finora vincolati a garantire l’assistenza sanitaria agli stranieri non iscritti al Servizio sanitario nazionale. La proposta dei relatori non è stata ancora votata. Ma, assicura il M5s, non c’è “volontà di sottrarre fondi: rispondiamo a una richiesta delle Regioni di non perdere risorse non utilizzate”.

STOP A SCUDO BANCHE – I cittadini truffati potranno fare causa agli istituti di credito anche se otterranno il risarcimento. L’emendamento è stato votato da tutti i partiti.

STRETTA SPOT SCORRETTI SANITÀ – Stop a “qualsiasi elemento di carattere promozionale o suggestionale” negli spot di strutture sanitarie private, incluse le società di odontoiatri.

SANZIONI CONTRO LAVORO NERO – Aumentano, dal 10% al 20%, le sanzioni per violazioni in materia di lavoro.

STRETTA SU ORARI SLOT, CONTROLLO AI COMUNI – Grazie all’informatizzazione sarà più facile per i comuni controllare gli orari di funzionamento di slot e vlt. Sì anche a stabilire criteri omogenei proprio sugli orari in tutta Italia.

CAMERE COMMERCIO, OK A ASSUNZIONI – Dal primo gennaio, e fino al completamento delle procedure di mobilità, potrà essere assunto nuovo personale. Il tetto di spesa corrisponde ai risparmi per le uscite.

VERSO AUMENTI PER IPER-AMMORTAMENTO – I relatori chiedono di aumentare l’iper-ammortamento per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro al 280%.

LSU, NORMA IN SENATO – Il ministero del Lavoro conferma che sarà presentato al Senato l’emendamento che consentirebbe ai Comuni di avviare percorsi di stabilizzazione di lavoratori LSU.

INCENTIVI PER CONDUCENTI AUTOTRASPORTO – Arriva un rimborso del 50% delle spese sostenute per la patente e delle abilitazioni professionali per la guida dei veicoli. L’incentivo sarà dato dalle imprese, che a loro volta potranno detrarre fino a 3 mila euro per ciascun periodo d’imposta.

FONDO PER MINORANZE CRISTIANE PERSEGUITATE – Due milioni l’anno nel biennio 2019-2020 per finanziare interventi messi in campo dalla cooperazione italiana allo sviluppo.

25 MILIONI A AEROPORTO REGGIO CALABRIA – Le risorse in due anni servono a ristrutturare e mettere in sicurezza l’aeroporto.

FONDI PER G20 – Arrivano 39 milioni in 4 anni “per le attività logistico-organizzative” del G20 in Italia.

SCONTI FISCO PER CANI GUIDA – Arriva una detrazione “forfettaria” di 1.000 euro per sostenere le spese “dei non vedenti per il mantenimento dei cani guida”.

VERSO OK FONDI MOBILITÀ DISABILI – Un nuovo, accorato, appello in commissione Bilancio della Camera, del deputato M5S Matteo Dall’Osso, che ha raccolto le firme anche delle opposizioni, per ottenere un fondo ad hoc per la mobilità e l’accessibilità per le persone con disabilità. Appello che alla fine ottiene la promessa del governo di “un accantonamento in previsione di poter dare una risposta favorevole”.

(di Chiara Scalise e Silvia Gasparetto/ANSA)