Al via Ces di Las Vegas, elettronica vale mille miliardi

Al via il Ces 2019, a Las Vegas.
Al via il Ces 2019, a Las Vegas va in scena il futuro. (Tiscali)

ROMA. – In un clima di guerra commerciale Usa-Cina i cui effetti si vedono soprattutto nel settore tecnologico come dimostrano le frenate di Apple e Samsung, apre il Ces di Las Vegas, la più importante fiera dell’elettronica al consumo. Un mercato che vale oltre mille miliardi e a cui l’Asia fa da traino.

Alla manifestazione sono presenti oltre 4.500 aziende, tra cui 1.200 start-up: dalle tv grandi e arrotolabili alle migliaia di dispostivi dotati di assistenti virtuali, in mostra ci sono tanti prodotti e curiosità. A volte arrivano sul mercato, altre restano attrazioni da fiera.

Secondo i dati diffusi da GfK in occasione del Consumer Electronics Show (Ces), il mercato globale dell’elettronica di consumo ha superato per la prima volta il trilione di euro nel 2018, con un fatturato complessivo di 1.010 miliardi e una crescita del 4% rispetto all’anno precedente. Il settore ha chiuso il 2018 con un incremento delle vendite del 6%, generando un fatturato di circa 138 miliardi. Per il 2019 GfK prevede un ulteriore aumento delle vendite del 2% a livello internazionale.

L’Asia-Pacifico, come dimostrano le cronache economiche, oramai sostiene il mercato globale con una quota del 42%, seguita da Europa (25%) e Nord America (20%). Più in generale, i consumi sono sempre più orientati verso i prodotti di fascia alta: cioè si spende meno, ma meglio. “I produttori devono puntare su prodotti di alta qualità. Questo può rappresentare un importante fattore di crescita, considerato anche il crescente tasso di saturazione del mercato”, spiega Markus Kick, esperto GfK di Elettronica di consumo.

I settori più in crescita sono quello telecomunicazioni di cui fanno parte anche gli smartphone (+7%), dei piccoli elettrodomestici (+7%) e l’elettronica di consumo-fotografia (+6%). Le vendite dei grandi elettrodomestici sono diminuite leggermente (-1%) rispetto al 2017. Tra i trend oramai consolidati, quello dei dispositivi dotati di assistenti virtuali come Alexa di Amazon, Siri di Apple e Google Assistant.

Al Las Vegas frigo come quelli di Samsung e Lg ci parlano e hanno una telecamera interna per vedere da remoto se siamo a corto di latte o uova. In bagno Simplehuman porta lo specchio che riproduce musica, mentre nella camera dei bambini arriva il baby monitor parlante di Netgear.

Altro filone consolidato è quello delle tv: sempre più grandi, con maggiore definizione e addirittura arrotolabili. A sorprendere è ancora Lg e la sua tv da 65 pollici a scomparsa: quando non è in uso si arrotola e sparisce all’interno di un mobile. Panasonic punta agli amanti del cinema con la tv calibrata insieme al colorista cinematografico di Hollywood Stefan Sonnenfeld, mentre Sony scommette sulle dimensioni presentando dispositivi da 85 e 98 pollici dalla risoluzione più elevata ora possibile, l’8K.

Al Ces sfilata anche di computer per gli amanti dei videogiochi con monitor enormi e potenti su cui giocare (entra in pista Samsung con il Notebook Odyssey) mentre scarseggiano gli smartphone. Secondo l’azienda di chip Qualcomm, il mercato attende “la svolta del 5G”, una tecnologia che nel 2019 arriverà su 30 dispositivi anche auto e ‘smart home’.

(di Titti Santamato/ANSA)