Protesta agricoltori. Centinaio: “Norme in semplificazioni”

Sfila la rabbia di tremila agricoltori pugliesi.
Xylella, gelate e fondi Psr: sfila la rabbia di tremila agricoltori pugliesi

ROMA. – Scendono in piazza gli agricoltori pugliesi per protestare contro il “nessun interesse” mostrato dall’esecutivo nei confronti dell’olivicoltura italiana, penalizzata in modo particolare dalla Xylella in Puglia, colpita anche dalle gelate che hanno attaccato gli ulivi della Regione nell’anno appena concluso. Le bandiere gialle della Coldiretti hanno manifestato sotto il Ministero dell’Agricoltura, con il ministro Gian Marco Centinaio, che ha annunciato rimedi che passano per più fronti, da un decreto ad hoc ad emendamenti al dl semplificazioni che riguardano sia la Xylella che i fondi per le gelate. Poi sarà la volta dei gilet arancioni pugliesi che, dopo la manifestazione di Bari, verranno anch’essi ricevuti da Centinaio.

A sintetizzare la protesta della Coldiretti, sono i cartelli dei manifestanti dove si leggono frasi come “Solo promesse, per l’olio italiano nessun interesse”, “Produzione dimezzata, olivicoltura dimenticata”, “Fermiamo la Xylella E’ #disastrocolposo” ma anche “Presidente Conte non dimenticare gli ulivi della tua Puglia” per ricordare le origini del premier.

L’associazione ricorda che 25 milioni di ulivi compromessi hanno fatto crollare il raccolto in 200 milioni di chili, un valore vicino ai minimi storici. Colpite importanti aree del Paese, a partire dalla Puglia dove si realizza la maggior quantità di olio italiano; si contano 90mila ettari di uliveti senza produzione, con un taglio di circa 2/3 del raccolto.

“Per quanto riguarda il decreto Xylella – ha rassicurato Centinaio – credo sia una questione di ore o comunque di pochi giorni. Siamo in dirittura di arrivo, ci sarà una parte che entrerà nel decreto semplificazioni e stiamo lavorando per farla entrare il più velocemente possibile. Invece per il decreto vero e proprio” che la settimana prossima andrà in conferenza Stato-Regioni, “la firma è prevista per i prossimi giorni”. Allo stesso tempo, “chiederemo di inserire oggi stesso il provvedimento sulle gelate degli ulivi in Puglia nel prossimo decreto semplificazioni”, ha aggiunto Centinaio.

“Abbiamo ottenuto importanti impegni sui danni da gelate, emergenza Xylella e la lotta alle frodi e sofisticazioni nell’olio di oliva per sostenere un settore centrale per l’economia, la salute, il reddito e l’occupazione”, sottolinea il presidente della Coldiretti Ettore Prandini, confermando la continuazione del piano salva olio fino alla definitiva attuazione. Ma, nel dl semplificazioni, potrebbero finire anche altre norme che riguardano da vicino la Puglia, quelle relative al dossier trivelle, come annunciato da diversi esponenti M5S nelle ultime ore.

“Cercheremo di non allargare troppo il decreto legge sulle semplificazioni sennò c’è il rischio che diventi un omnibus e il problema è che i tempi sono stretti”, spiega il relatore e presidente della commissione Lavori pubblici del Senato, Mauro Coltorti (M5S), spiegando che gli emendamenti “già arriveranno a vagoni”. Nessun dettaglio sulle novità, ma “è “possibile che arrivi qualcosa sulla questione delle trivelle”.