Sudamericano U20, la vinotinto vede il mondiale: oggi sfida l’Argentina

Hurtado esulta dopo aver segnato una doppietta contro il Brasile. Sudamericano
Hurtado ha segnato una doppietta contro il Brasile.

CARACAS – La Vinotinto Under 20 dopo aver pareggiato con l’Uruguay (1-1 gol dello juventino Mokoun) ha battuto il Brasile (2-0 con una doppietta di Hurtado) il mondiale di categoria é ad un passo.

Stasera, alle 21:10 nello stadio di Rancagua (Cile), sfiderà l’Argentina. Una vittoria contro l’albiceleste spalancherebbe le porte della kermesse iridata alla nazionale venezuelana.

La nazionale argentina é approdata all’esagonale finale del Sudamericano Under 20 con un po’ di batticuore. A far respirare tranquilli i tifosi dell’albiceleste ci ha pensato Maroni. Il calciatore del Talleres ha segnato il gol della vittoria nel clásico contro l’Uruguay nella prima fase del torneo. Stando all’opinione degli esperti, la nazionale allenata da Batista non ha convinto molto.

Oltre a Maroni, i calciatori che hanno tenuto a galla i biancocelesti sono il portiere Roffo (tra i migliori in campo contro l’Uruguay) e il difensore Balerdi. Si attendeva di più da giocatori come Lo Celso, Maxi Romerom Julian Álvarez e Almada.

Maroni (d) esulta dopo il gol segnato contro l’Uruguay. Foto EFE

Sono 20 i precedenti tra queste due nazionali con un bilancio di due vittorie creole, 6 pareggi e 12 sucessi argentini.

Il primo precedente risale al 15 marzo 1958 nello stadio Nacional di Santiago del Cile. Quel giorno l’albiceleste vinse con pesante 6-1 grazie alle doppiette di Roberto Saporiti (26’ e 81’) e Erminio Onega (38 e 62’). Hanno arrotondato il punteggio i gol di Raúl Pérez (20’) e Osmar Stelman (77’). Per la vinotinto andò a segno Antonio Samblás (70’).

Il 22 gennaio del 1964, sul campo dello stadio Pascual Guerrero di Cali, la vinotinto riuscí a strappare un punto all’Argentina grazie ad un pareggio 0-0. Tre anni dopo, in Paraguay, l’albiceleste vinse per 3-1 grazie alle reti di García Almeijenda (19’), J.M. Martínez (65’) e Ciberya (80’). Il monetaneo pari fu segnato da Orlando Torres (29’).

Il 17 marzo 1971 nello stadio Puerto Sanoja (anche noto come Defensores del Chaco) a La Asunción arriva la prima storica vittoria. Con una rete di William Ravelo (41’) su calcio di rigore la vinotinto stende l’Argentina. Questo fu l’unico sussulto della nazionale venezuelana in questa edizione del torneo.

Nel 1977, il torneo fu ospitato dal Venezuela e finí 0-0. Tre anni dopo, in Ecuador l’Argentina s’impose per 3-0 grazie alle reti Spindola (42’), Rinaldi (54’) e Ruggeri (71’).

Nel 1983, il Torneo Juventud de América si giocó in Bolivia e i biancolesti vinsero per 2-1 grazie alle reti di Zárate (36’) e Dezzotti (63’). Il momentáneo 1-1 fu siglato da Peña su calcio di rigore al 44esimo.

Il 2 maggio del 1988, nello stadio José Amalfitani di Buenos Aires i padroni di casa vinsero per 1-0. Nel 1995, in Bolivia, l’albiceleste vinse per 2-0.

Il 29 gennaio del 1997, nello stadio La Portada a La Serena (Cile) le reti di Diego Quintana, Pablo Aimar e Bernardo Romero mandarono ko i creoli. Questa gara fu valevole per l’esagonale finale di quel torneo.

Il 5 gennaio 1999, nello stadio José María Minella di Mar del Plata, i padroni di casa vinsero per 4-1 con le reti Aldo Duscher (64’), Ernesto Farías (68’), Luciano Galletti (70’) e Pablo Aimar (89’). Il momentáneo vantaggio venezuelano fu segnato da un certo Juan Arango (39’).

Il 10 gennaio del 2003, il Torneo Juventud de América si disputò in Argentina ed arrivó la seconda storica vittoria per i creoli. Il gol fu segnato da Philippe Estévez al 38esimo. Quella fu l’unica sconfitta dell’albiceleste in quell’edizione del torneo.

Nell’edizione 2005 del campionato sudamericano under 20 si sfidarono sul campo dello stadio Centenario di Armenia, in Colombia. L’argentina vinse per 3-0 grazie alle reti di Barroso (32’), Messi (71’) e Barrientos (82’). Quest’ultimo noto ai tifosi del campionato italiano per aver militato in due periodi nel Catania. Queste due nazionali si affrontarono nuevamente nell’esagonale, i biancocelesti vinsero per 1-0 a causa di un’autorete di Granados (52’).

Il 14 gennaio 2007, a Ciudad del Este (Paraguay) finí 6-0 per i biancocelesti. Quel giorno ci fu la tripletta di Mouche (11’, 26’ e 62’), Moralez (43’), Sosa (86’) e Di Santo (89’).

Nel 2009, il torneo fu organizzato dal Venezuela e in due occasioni sfidò l’albiceleste. Durante la prima fase finí 1-1 a Maturin. Vantaggio creolo con Salomón Rondón (2’) e pareggio Salvio (23’). Nell’esagonale finale stesso punteggio anche questa volta vantaggio creolo con Rondón (85’) e pareggio argentino con Benítez (90+2’). Qui ci fu la prima qualificazione del Venezuela per un mondiale di categoría.

Nuovo confronto nel 2011 ad Arequipa (Perù) vantaggio albiceleste con Ezequiel Araujo (55’) e pareggio venezuelano con Johandry “la perla” Orozco (65’).

Nel 2017, in Ecuador, si affrontarono due volte: 0-0 nella prima fase e vittoria argentina per 2-0 (doppietta dell’interista Lautaro Martinez 43’ e 45+1’).  La vinotinto per la seconda volta si qualificó per un mondiale Under 20.

(di Fioravante De Simone)