Porta (PD). “Vergognosa l’incoerenza dei rappresentanti di Lega e Maie”

MADRID – “Una mancanza assoluta di rispetto e considerazione, innanzitutto, ad una delle più grandi collettività italiane al mondo, che non meritava uno schiaffo così duro da parte del suo governo”. Lo afferma, in un comunicato, l’on. Fabio Porta, l’ex deputato del Partito Democratico eletto in America Meridionale, riferendosi all’atteggiamento incoerente del governo Conte.

“Salvini (Lega): ‘Maduro è fuorilegge; tortura il suo popolo!’. Merlo (Maie): ‘Maduro tempo scaduto, dimettiti!’. Picchi (Lega): ‘Disposto a intensificare il dialogo con Guaidò’. Borghese (Maie): ‘UE riconosca Guaidò all’unanimità!’ – scrive l’on. Porta riportando le dichiarazioni di alcuni leader dei partiti di governo -. Aiuto ! Qualcuno mi aiuti a spiegare a questi parlamentari e rappresentanti di governo che è il governo italiano, il loro governo, il governo Lega-5Stelle-Maie a impedire che l’Unione Europea si esprima all’unanimità a favore di Guaidò”

E sottolinea che è proprio “questo governo che – contrariando l’appello del Presidente della Repubblica e della collettività italiana in Venezuela – si ostina a mantenere una posizione neutrale tra la dittatura di Maduro e le rivendicazioni dell’opposizione democratica al regime bolivariano”.

Quindi conclude spiegando che “L’Italia ha una storia recente e meno recente di sostanziale condivisione delle principali posizioni in politica estera, anche tra maggioranza e opposizione; mai avrei pensato che all’interno dello stesso governo potessero coesistere posizioni diametralmente opposte su una questione tanto importante e delicata”.

Redazione Madrid