Guaidó scrive al Governo Conte che non lo ha riconosciuto presidente interino

Juan Guaidó

CARACAS – Quello italiano è l’unico governo, tra le democrazie europee, a non aver ancora riconosciuto a Juan Guaidó, proclamato presidente “ad interim” dal Parlamento. Un atteggiamento, quello del governo Conte, che ha deluso la nostra Comunità italo-venezuelana.

Guaidó, nel tentativo di spiegare al Governo Conti le ragioni che hanno mosso il Parlamento a proclamarlo presidente “ad interim”, ha inviato una lettera ai due vicepremier, Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

Guaidó, nel ricordare i vincoli tra i due paesi, ha chiesto sia ricevuta dal governo Conte una delegazione del Parlamento presieduta dal presidente della “Comisión de Asuntos Exteriores”, Francisco Sucre, e dal rappresentante in Europa per l’aiuto umanitario.  L’obiettivo è spiegare “il programma per la transizione che permetterà di riconquistare la democrazia in Venezuela attraverso elezioni libere e trasparenti e risolvere la crisi umanitaria che colpisce tutti, anche gli oltre 100mila cittadini italiani che vivono in Venezuela”.

Guaidó ha chiesto, nella missiva, che la delegazione sia ricevuta al più presto con l’obiettivo di iniziare un dialogo che possa aiutare il popolo venezuelano. Il presidente ad interim, che si scusa per non poter essere presente alla riunione, si è offerto a parteciparvi telefonicamente.