Pissjar Sans, la font rilasciata per il lancio di “Apathy & Cheap Thrills”

Fa freddo in tutt’Italia e pare nevichi addirittura di più al Sud che nel Nord. Sono circostanze che imporranno a molti giovani maschi di sperimentare l’attività invernale di scrivere nella neve usando la propria orina come una sorta d’inchiostro. La natura non ha evidentemente inteso che l’arte fosse praticata dalle femmine e chiediamo scusa alle lettrici che arrivino per la prima volta solo ora a sapere che esista.

Ad ogni modo, c’è la maniera di conoscere l’esito senza dovere esporre le parti delicate del corpo al freddo. Nel 2017 la punk rock band svedese Pissjar ha rilasciato un font TTF, Pissjar Sans, per promuovere il lancio di un disco – “Apathy & Cheap Thrills” – i cui caratteri sono stati disegnati utilizzando proprio l’antica tecnica nordica della scrittura orinatoria.

Secondo le FAQ, la creazione del font ha richiesto circa sei mesi di orinazione occasionale in approssimativamente trecento singole sessioni. La scrittura, anziché sulla neve, è stata compiuta su alcune vecchie lenzuola stese su un telaio. Gli autori confessano di avere dovuto barare con la lettera “R”: “Abbiamo lavorato sulla “R” per qualcosa come due settimane e alla fine abbiamo dovuto crearla in tre diverse riprese”.

Il font, gratuito, è disponibile sul sito della band qui e la licenza di rilascio indica che possa essere utilizzato liberamente per qualsiasi scopo, a patto che non sia “qualche merda nazista”.

(Jaime Hansen)