Coerenti con i nostri principi

Sono momenti duri questi per i venezuelani ed è comprensibile che abbiano la sensibilità a fior di pelle. Sono stanchi i corpi e gli animi. Ma ciò non giustifica la calunnia né tanto meno la notizia lanciata in rete con animo di colpire, creare dubbi e confusione.

Il dovere del giornalismo serio, capace di diventare un punto di riferimento autorevole, è quello di informare con onestà. Le opinioni, invece, sono quelle che emergono dalle analisi o editoriali del direttore. Il dovere del lettore, soprattutto di quello disposto a lanciare una critica, è quello di saper leggere e di saper discernere la notizia dall’opinione.

Purtroppo il twitter è diventato il luogo in cui lanciare facili accuse, a volte volutamente a volte per un eccesso di impulsività o leggerezza. Chi invia certi messaggi al fine di danneggiare la credibilità di un mezzo di informazione sa bene che, nell’oceano dell’etere, l’eco di quelle poche parole farà il resto. Qualcuno si preoccuperà di approfondire, altri semplicemente si uniranno al coro della protesta dimenticando dopo un po’ di andarne a confermare la fonte.

È ciò che fa normalmente chi sente che i suoi interessi sono minacciati dalle idee che si esprimono in quel mezzo di comunicazione. Minando l’autorevolezza di una “Voce”, in realtà aiutano chi dicono di condannare.

La Redazione