Politano e Gagliardini, l’Inter batte la Spal e accende il derby

Matteo Politano di corsa per festeggiare il suo gol nella partita Inter - Spal.
Matteo Politano di corsa per festeggiare il suo gol nella partita Inter-Spal. ANSA/MATTEO BAZZI

MILANO. – L’Inter soffre, arranca ma è ancora viva. Servono due zampate di Politano e Gagliardini, tra i più criticati dell’ultimo periodo, per battere la Spal 2-0 e tornare a -1 dal Milan. Tre punti pesanti per gli uomini di Spalletti, che iniziano al meglio la settimana chiave che porterà al derby. Il caso Icardi continua a tenere banco, anche perché l’argentino diserta San Siro.

”C’è ottimismo, sarebbe un grandissimo fallimento chiedergli i danni”, ha spiegato l’ad Marotta prima della gara. Una assenza che si nota poco in campo, merito di un Lautaro Martinez versione trascinatore: non segna, ma quando gli arriva la palla crea sempre pericoli e riesce anche ad evitare la squalifica (era diffidato).

Il centravanti resta l’ultimo dei problemi in casa nerazzurra, è tutto quello che lo circonda che per oltre un’ora nella gara con la Spal trasuda mediocrità, vista anche l’assenza dei vari Icardi, Perisic e Nainggolan. I ferraresi non fanno nulla di eccezionale, si piazzano lì davanti alla porta difendendosi con ordine. Un muro che l’Inter fatica a scalfire, anche per il solito gioco lento e trasandato.

Servono un paio di lampi di Lautaro Martinez per svegliare i 60mila di San Siro e alla terza occasione l’argentino va in gol: stop di petto, dribbling secco a Felipe e destro a battere Viviano. Gioia che dura poco, perché Calvarese e il Var annullano per un tocco con il braccio. La situazione per Spalletti si complica ulteriormente anche perché perde Brozovic (risentimento ai flessori) e Miranda (sospetta frattura nasale).

Il tecnico passa al 3-4-3, l’Inter continua a faticare fino a quando, dall’ennesima giocata di Lautaro, la palla arriva a Politano: mancino (deviato) e 1-0. San Siro esulta, poi trema, perché torna protagonista il Var, che controlla a lungo un possibile fuorigioco dello stesso Politano, ma il gol viene convalidato.

La reazione della Spal è poca cosa, l’Inter ne approfitta: tiro di Cedric, intercetta Gagliardini che col destro fa 2-0 e chiude la gara. Il finale si trasforma così in un anticipo della sfida con il Milan, con San Siro che entra già in clima derby tra cori e insulti ai cugini. Tre punti fondamentali per l’Inter, ora attesa dal ritorno con l’Eintracht in Europa League e poi dalla stracittadina: aspettando, magari, il ritorno dell’ex capitano.