Via della Seta: P. Chigi, non muta posizione euro-atlantica

(ANSA) – ROMA, 11 MAR – L’iniziativa italiana sul Memorandum sulla Belt and Road (Bri) “declinata su un piano economico-commerciale, non vale a ridisegnare il quadro dei rapporti politici e la collocazione euro atlantica del nostro Paese”. Lo affermano fonti di Palazzo Chigi intervenendo sul dibattito sul memorandum sulla Via della Seta. “La Via della Seta, oltre a essere un importante progetto di connettività infrastrutturale, può infatti rappresentare un’opportunità per l’Italia e per la Ue e l’occasione per introdurre i nostri criteri e standard di sostenibilità finanziaria, economica e ambientale”, sottolineano.