Lazio, Inzaghi ci crede: “Sfatiamo il tabù Milan”

Serie A, Milan-Lazio. Foto di Inzaghi e Gattuso. Orario della partita e classifica
Serie A, Milan-Lazio. Foto di Inzaghi e Gattuso.

ROMA. – Una vittoria che manca da tanto tempo, quasi 30 anni. Ma dopo aver espugnato lo Stadium lo scorso anno e San Siro con l’Inter in questa stagione, ora la Lazio di Simone Inzaghi sogna di cancellare anche l’ultimo tabù, in casa del Milan. “Penso che tutti debbano essere prima o poi sfatati – dice l’allenatore biancoceleste – Non capita sempre di vincere con Inter o Juve e noi lo abbiamo fatto, speriamo domani possa essere sfatato anche questo tabù che dura da 29 anni”.

Contro il Milan, ma anche contro Gattuso con il quale Inzaghi non ha mai vinto. In una sfida che vale come uno spareggio per l’Europa più importante: “Una partita molto, molto importante nel nostro cammino Champions – osserva il tecnico laziale – Dovremo fare una grande partita, sarà bellissima da giocare, con un grande pubblico. Voglio una squadra con la mente libera, consapevole di essere forte, per andare a San Siro con grande personalità. Tenendo ben presente le ultime due gare con Spal e Sassuolo, dove abbiamo raccolto solo un punto e invece ne avremmo meritati quattro”.

Due sfide che hanno rallentato la rincorsa dei biancocelesti verso l’Europa che conta, ma che vincendo domani sera a Milano potrebbero pesare meno. Dopo le recenti polemiche arbitrali, Inzaghi ha apprezzato la designazione di Gianluca Rocchi per arbitrare il big match di domani: “È una garanzia – si dice convinto Inzaghi – sta arbitrando le partite migliori con grandissima qualità. Per l’importanza della partita di domani non penso ci fosse di meglio”.

Dopo tre pareggi consecutivi negli ultimi scontri diretti tra campionato e Coppa Italia, tra i biancocelesti resta alta l’attesa su Ciro Immobile, la cui vena da gol quest’anno è al di sotto dei suoi standard, anche se Inzaghi lo difende e insiste: “E’ chiaro che mi aspetto più gol da tutti, da Luis Alberto e Milinkovic, da Correa e Caicedo. Immobile aveva segnato di più la scorsa stagione, ma è anche vero che sia lui che le due mezzali ci aiutano di più in copertura e quindi possono avere meno lucidità in zona gol. Ma ci stiamo lavorando e penso che nel finale ci possano dare una mano”.

Out Marusic, Radu e Berisha, sulla fascia destra dovrebbe toccare a Romulo, mentre in difesa possibile il ballottaggio è tra Bastos e Wallace. In avanti Correa favorito su Caicedo.