Barzagli, un gigante da record

Andrea Barzagli insieme al nostro collaboratore dall’Italia Emilio Buttaro
Andrea Barzagli insieme al nostro collaboratore dall’Italia Emilio Buttaro

38 primavere il prossimo 8 maggio e una carriera straordinaria. Leader silenzioso, serafico, tanto corretto in campo quanto completo come difensore, Andrea Barzagli chiude la sua avventura alla Juventus da autentico gigante. Lui e Giorgio Chiellini sono gli unici protagonisti degli 8 scudetti consecutivi in bianconero, uno in più di Leo Bonucci che nella passata stagione ha spezzato per un’annata l’inossidabile BBC.

Ma Barza è anche un campione del mondo del 2006, quando all’epoca era un difensore del Palermo. Per lui anche un’esperienza all’estero con la maglia del Wolfsburg squadra con cui vince addirittura la Bundesliga. Nel 2011 il rientro in Italia con un super affare concluso da Marotta che lo porta in bianconero per soli 300mila euro.

Il resto è storia recente con gli otto campionati stravinti dalla Juventus ed il difensore di Fiesole che non sbaglia un colpo. Di lui Chiellini, il capitano del dopo-Buffon nei giorni scorsi ha detto: “Invecchiando è migliorato e si merita una festa speciale”. Sarà probabilmente così il prossimo 19 maggio nel giorno dell’ultima partita casalinga dei campioni d’Italia contro l’Atalanta.

Ed in effetti meriterebbe una sorta di Oscar alla carriera non solo per quanto mostrato in campo ma anche per l’esempio e la professionalità che lo hanno contraddistinto.

Andrea non indosserà la già così discussa nuova maglia bianconera ma prestissimo potrebbe entrare nello staff tecnico di Max Allegri come “Ministro” della difesa. Chi meglio di lui che ha collezionato 280 presenze con la Juve senza mai essere espulso. Gigante!

Emilio Buttaro