Calcio: colombiano Francisco Maturana nello staff tecnico della Vinotinto

Maturana durante la presentazione
Il colombiano Maturana fará parte dello staff tecnico della nazionale venezuelana.

CARACAS – La Vinotinto ha un rinforzo di lusso per i prossimi impegni, l’allenatore colombiano Francisco “Pacho” Maturana. La notizia é stata resa nota tramite un comunicato stampa dalla Federación Venezolana de Fútbol. Maturana ricoprirá il ruolo di assistente di Rafael Dudamel per la Coppa America che prenderá il via venerdì.

L’allenatore nato a Quibdó il 15 febbraio 1949 era da tempo nell’orbita della nazionale venezuelana, tanto che ha partecipato a diversi allenamenti dell’Under 20 in Colombia e la notizia è stata data prima della sfida vinta 0-3 contro gli Stati Uniti. Maturana apporterà alla nazionale creola tutta la sua sapienza ed esperienza internazionale a livello di club e nazionale.

Quando era giocatore ricopriva il ruolo di difensore ed ha indossato le maglie di Atlético Nacional (dal 1972 al 1980 con 359 presenze e 15 reti segnate. Ha vinto due scudetti: 1973 e 1976), Atlético Bucaramanga (nella stagione 1981 con 21 gettoni) ed ha chiuso la carriera con il Deportes Tolima nel campionato del 1982 collezionando 32 presenze.

Come allenatore sono note le sue imprese prima a livello di club con l’Atlético Nacional vincendo la prestigiosa Coppa Libertadores nel 1989. In quella squadra c’erano campioni come il portiere René Higuita, il difensore Andrés Escobar, il centrocampista Leonel Álvarez e l’attaccante Albeiro “Palomo” Usuriaga. Con il Nacional, nella finale della Libertadores, superó 5-4 ai calci di rigore l’Olimpia di Paraguay. Giunto in Coppa Intercontinentale (attuale Mondiale per Club) si trovò davanti il Milan di Arrigo Sacchi che aveva in rosa i tre tulipani: Marco Van Basten, Ruud Gullit e Frank Rijkaard. I rossoneri s’imposero all’ultimo minuto con una punizione di Alberigo Evani.

Con la nazionale colombiana, Francisco Maturana ha segnato un’epoca. Nel 1989 la Colombia partecipa alla Copa América, dove viene eliminata al primo turno, ma conquista la qualificazione al campionato del mondo 1990, dopo 28 anni di assenza dalla massima competizione ufficiale per nazionali. Nella kermesse iridata in Italia sfida Emirati Arabi Uniti (vittoria 0-2), Jugoslavia (ko 1-0) e Germania (pareggio 1-1). I cafeteros si qualificano grazie al gol segnato da Freddy Rincón all’ultimo minuto. Il cammino della Colombia si fermò (sconfitta 2-1) agli ottavi contro  il Camerun di Roger Milla (autore di una doppietta). La gara é ricordata per l’errore di Higuita che ha favorito l’attaccante dei leoni africani.

Nel 1994, si qualificò nuovamente per la Coppa del Mondo dopo aver battuto per 0-5 l’Argentina a Buenos Aires. Sfortunatamente i cafeteros furono la delusione nella kermesse disputata negli Stati Uniti e ne pagó le conseguenze il povero Andrés Escobar, ucciso dalla malavita a causa di un autogol segnato durante il mondiale.

Sotto la direzione di Francisco Maturana la Colombia ha vinto la Coppa America disputata in casa nell’edizione del 2001.

Nel suo palmares spiccano le stagioni in cui si é seduto sulle panchine di Atlético de Madrid, Valladolid, Once Caldas, Millonarios ed altre. A livello di nazionali ci sono le esperienze con la sua Colombia, Costa Rica e Perù.

(di Fioravante De Simone)