Ardere di gioia

Arcabas, Ciclo di Emmaus
Arcabas, Ciclo di Emmaus

«La strada che va a Emmaus quante volte l’ho percorsa accompagnato a gente che non mi riconosceva, non avevano mai sentito il mio nome, ma il loro cuore ardeva, mentre spiegavo loro il libro della vita e, perché non dirlo, ardeva anche a me il cuore nella gioia della compagnia». [Hans Urs von Balthasar, Il cuore del mondo, Jaca Book, p. 113]

Seguirti, Signore, è venire con Te sulla strada che va a Emmaus.

Vuol dire avvicinarsi, accompagnarsi all’uomo non con la pretesa di essere riconosciuto, ma con la certezza di poter essere di aiuto.

Tu, Signore, lo fai per amore e non per farti pubblicità.

Ci educhi e sai aver pazienza con noi perché ci ami e quindi vuoi custodirci come il più prezioso dei doni. Tu non ci rottami, ma fino alla fine offri la tua vita perché possiamo salvarci.

A noi che siamo tuoi discepoli, chiedi di avere i tuoi stessi sentimenti, di farci muovere dal tuo cuore, di imparare da Te a uscire incontro al fratello.

Ci siamo abituati al tiepido e forse non sempre ti cerchiamo come ti cercherebbe un assetato; però sappiamo ancora apprezzare il calore di un bel fuoco vivace, soprattutto quando intorno ci sembra di non trovare nulla che possa sciogliere il gelo.

Tu, accompagnandoci lungo la via, fai ardere il nostro cuore.

E un cuore non arde solo per sé: diffonde gioia, scalda e fa ardere altri cuori.

don Gian Luca