Ferrero compra i biscotti danesi di Kelsen Group

Scatola di biscotti danesi di Kelsen Group
Scatola di biscotti danesi di Kelsen Group

TORINO. – I celebri biscotti danesi Royal Dansk e Kjeldsens, venduti in oltre cento paesi di tutto il mondo, entrano nell’orbita del colosso dolciario Ferrero. La Cth, una holding belga collegata al gruppo fondato ad Alba, ha acquisito, per 300 milioni di dollari, l’azienda che li produce, la Kelsen Group, dalla Campbell Soup Company.

I biscotti Royal Dansk e Kjeldsens, molto apprezzati anche come oggetto di regalo, sono tipici dell’industria dolciaria danese ma la rete di distribuzione globale li ha portati in un numero sempre crescente di mercati. Molto forte la presenza in Cina, Honk Kong e Stati Uniti. Kelsen Group ha circa 400 dipendenti e negli ultimi 12 mesi ha generato vendite per 157 milioni di dollari. Ha sede in Danimarca a Norre Snede.

La società danese fa parte di Campbell International, che comprende anche Arnott’s Biscuits, attività di ristorazione in Australia, Malesia, Hong Kong e Giappone e attività di produzione in Australia, Indonesia e Malesia. Nell’accordo di acquisizione siglato da Cth, che dovrebbe arrivare al closing nel primo trimestre del 2020, sono compresi anche i due siti produttivi di Norre Snede e Ribe.

Grazie a quest’operazione, la belga Cth incrementa la sua rilevanza nel mercato ‘premium’ dei biscotti assortiti. “La cessione di Kelsen Group – ha spiegato Mark Clouse, presidente e ceo di Campbell – supporta la nostra strategia di concentrarci sul nord America, dove abbiamo marchi iconici e posizioni di mercato forti. E al contempo segue la strada di ridurre il debito”.

“Durante tutto il processo di cessione – ha proseguito Clouse – abbiamo preso in considerazione molte opzioni. La vendita di Kelsen separatamente dal resto della nostra attività internazionale genera il maggior valore possibile per Campbell”.