Venezia troppo affollata, la Cnn consiglia Torino

Torino, vista della Mole Antonelliana simbolo della città.
Torino, vista della Mole Antonelliana simbolo della città. (ANSA)

TORINO. – Troppa folla a Venezia, andate a Torino, una delle venti più belle città europee da visitare. E’ il consiglio della Cnn ai turisti che assediano la città lagunare. Parole apprezzate dalla sindaca di Torino, Chiara Appendino: “Siamo orgogliosi che Cnn ci abbia indicato come meta e siamo pronti ad accogliere i turisti per far conoscere le attrattive della nostra città”, commenta.

Non la pensa così il ministro Gian Marco Centinaio: “Forse – ironizza – il corrispondente della Cnn ha origini piemontesi e allora invita tutti a Torino. Tante città d’Italia sono molto meno affollate di Venezia – aggiunge il ministro – e ci sono ugualmente le grandi bellezze del nostro Paese. Posso invitare non solo ad andare a Torino, ma da Bolzano a Lampedusa, a girare tutta l’Italia”.

Non è convinto neppure il presidente dell’Enit, Giorgio Palmucci. “E’ un po’ semplicistico – afferma il numero uno dell’ente del turismo italiano – dire ai turisti di spostarsi da Venezia a Torino. Il problema dell’overtourism non riguarda solo Venezia ma molte altre destinazioni nel mondo. Tanto è vero che ho partecipato come ‘sherpa’ per il prossimo G20 del turismo che si terrà in Giappone nel mese di ottobre e uno dei temi fondamentali che è stato affrontato è proprio questo”.

La Cnn cita Torino tra le città europee da visitare, accanto a mete come Orange in Francia, Sarajevo in Bosnia, Ankara in Turchia. “La vicina Torino – si legge nell’articolo – è meno congestionata di Venezia. Il capoluogo del Piemonte è anche la città dove si trovano i luoghi più sottostimati d’Italia, tra questi il museo di arte contemporanea del Castello di Rivoli, la Basilica di Superga e il Museo Egizio, con la sua fenomenale collezione di reperti egizi”.

Sempre secondo la Cnn, oltre alle bellezze artistiche si può anche semplicemente sorseggiare un caffè all’aperto, deliziarsi con una delle migliori cucine italiane oppure godersi il semplice fatto di essere lontani dalle orde di turisti delle destinazioni più popolari d’Italia.

(di Amalia Angotti/ANSA)