Calcio, Europei: CR7 fa poker, cinque gol inglesi al Kosovo

Cristiano Ronaldo festeggia con i compagni di squadra la vittoria sulla Lituania.
Cristiano Ronaldo festeggia con i compagni di squadra la vittoria sulla Lituania. EPA/ANTONIO COTRIM

ROMA. – L’Inghilterra ridimensiona il ‘miracolo’ Kosovo nella sfida diretta tra le squadre leader del girone A delle qualificazioni all’Europeo 2020, imponendosi 5-3 in casa nella sfida diretta. Altre due big, Francia e Portogallo, faticano più del previsto rispettivamente contro Andorra e Lituania, riuscendo comunque a conquistare tre punti importanti, con Cristiano Ronaldo che rifila un poker ai baltici raggiungendo quota 93 reti in nazionale, 25 dei quali nelle qualificazioni al torneo continentale, scavalcando Kane.

L’Inghilterra è sorpresa a freddo dalla rete del laziale Berisha, siglata dopo 1′ di gioco, ma Sterling ristabilisce presto l’equilibrio consentendo ai suoi di giocare con meno ansia e dilagare prima dell’intervallo con ben tre assist, uno per Kane e due per Sancho. Il Kosovo non ci sta e ad inizio ripresa accorcia con Berisha e Muriqi su rigore. Inglesi a punteggio pieno dopo quattro gare, con la Repubblica Ceca che scavalca i balcanici e sale al secondo posto grazie alla vittoria per 3-0 in casa Montenegro.

Nel girone B, il Portogallo va subito avanti con un rigore di CR7, ma la Lituania non si fa travolgere e pareggia con Andriuskevicius andando all’intervallo sull’1-1. Una papera del portiere consente a Ronaldo di raddoppiare al 17′ st, si aprono nuovi spazi e il fuoriclasse juventino ne approfitta per farne altri due. Nel recupero Carvalho sigla il 5-1 finale.

Nello stesso gruppo, la Serbia batte 3-1 il Lussemburgo ma resta terza mentre in testa c’è da sola l’Ucraina, a riposo.

La Francia continua a dividere con la Turchia il primo posto nel girone H. I campioni del mondo battono 3-0 Andorra, con Griezmann che prima sbaglia un rigore e poi si fa perdonare siglando il 2-0 tra le reti di Coman e Ben Yedder. Facile il 4-0 dei turchi in Moldavia, mentre l’Islanda rischia di perdere ogni speranza di qualificarsi per la sconfitta 4-2 subita a Tirana dall’Albania.