Salto triplo, Mondiale: la venezuelana Rojas vince l’oro a Doha

Rojas esulta con la medaglia del Venezuela
Yulimar Rojas non ha lasciato scampo per nessuno a Doha.

CARACAS – La saltatrice venezuelana Yulimar Rojas (23 anni) ha vinto il secondo titolo mondiale outdoor della sua carriera due anni dopo Londra 2017 a soli 13 centimetri il primato del mondo di Inessa Kravets: l’ucraina ha stabilito questo primato in occasione della kermesse iridata disputata a Goteborg nel 1995. La sudamericana ha sfiorato anche il record personale di 15.41m realizzato a inizio settembre durante il meeting di Andujar.

La Rojas nella finalissima di Doha si é lasciata alle spalle la giamaicana Shanieka Ricketts con un salto di 14.92m (ad un centimetro dal record personale) e la fuoriclasse colombiana Caterine Ibarguen (bronzo con 14.73m). Va segnalato che la Ibarguen é reduce da un infortunio alla pianta del piede.

“Per adesso abbiamo raggiunto il nostro obiettivo: il secondo miglior salto personale. Nel 2020 voglio diventare campionessa olímpica e mondiale. Anche se, a dir la verità, non sono del tutto soddisfatta: volevo stabilire il nuovo primato mondiale”  queste sono state le parole della Rojas a fine gara.

A soli 23 anni la campionessa del salto triplo ha nel suo palmarés quattro ori mondiali (due indoor e due outdoor). Senza dimenticarci della medaglia d’argento conquistata nei Giochi Olimpici Rio 2016.

(di Fioravante De Simone)