Brasile, Bolsonaro contro la stampa: “Non mi abbatterete”

Il presidente del Brasile Jair Bolsonaro. (Diario Las Americas)

BRASILIA. – Nuovo attacco contro la stampa da parte del presidente brasiliano, Jair Bolsonaro: i media “non mi abbatteranno” ha detto il capo dello Stato, commentando la pubblicazione sui giornali di un rapporto che lo collega al presunto finanziamento illecito della sua campagna elettorale.

“Volete farmi fuori? Ho la pelle dura, sarà difficile”, ha affermato Bolsonaro rivolgendosi a un gruppo di giornalisti presenti nel Palacio da Alvorada, sua residenza ufficiale a Brasilia.

Secondo Folha de Sao Paulo, il Partito social-liberale (Psl) del presidente avrebbe commesso un crimine elettorale alle elezioni di ottobre 2018. I soldi sarebbero stati raccolti illegalmente nello Stato di Minas Gerais dal deputato Alvaro Antonio, che è l’attuale ministro del Turismo.

La scorsa settimana, la polizia federale ha avviato un’inchiesta contro il ministro per associazione a delinquere e malversazione di fondi elettorali.

Bolsonaro ha definito Folha una “fogna” che lavora in complicità con gruppi che ha chiamato “furfanti”.

Il presidente è infuriato con la stampa in generale dalla copertura resa al suo discorso del 24 settembre all’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York.

Il segretario alla Comunicazione della Presidenza, Fabio Wajngarten, ha nel frattempo esortato gli imprenditori a interrompere la pubblicità a Folha de Sao Paulo, pur senza citare il giornale esplicitamente.

L’Associazione nazionale della stampa e l’Associazione degli editori hanno definito “preoccupante” che il responsabile della comunicazione della presidenza abbia una visione “distorta” dei media e della pubblicità.