Maltempo e neve sul Nord Ovest, Piemonte il più colpito

La neve a Macugnaga
La neve a Macugnaga, 15 novembre 2019. ANSA/COMUNE MACUGNAGA

GENOVA. – Il maltempo continua a flagellare il Nord Ovest che si trova imbiancato fino a quote collinari, entroterra del Ponente Ligure compreso, afflitto da numerosi black out e, in qualche caso in Liguria, anche battuto dalle mareggiate. La situazione più complessa è in Piemonte dove è caduta la prima neve a bassa quota della stagione.

Black-out nell’erogazione dell’elettricità per la caduta di alberi sui fili, difficoltà sulle strade e traffico ferroviario in difficoltà se non addirittura sospeso in alcune zone. A causa di un blackout dovuto alla forte nevicata cinque operai sono rimasti bloccati sulla funivia che dagli 889 metri di Craveggia sale ai 1.730 metri delle piste sciistiche della Piana, in valle Vigezzo.

Gli uomini del soccorso alpino hanno raggiunto la cabina della funivia e recuperato i cinque operai calandoli con un verricello.

La Provincia più colpita dai black out è quella di Cuneo, con 15 mila utenze senza luce. Gli oltre 400 operai del turno della mattina della Michelin di Cuneo sono stati rimandati a casa per la mancanza di energia elettrica. Disservizi anche nel Torinese (8 mila) e Verbano-Cusio-Ossola (5 mila).

Anche la Val d’Aosta si è svegliata imbiancata sopra gli 800 metri di quota. Durante la notte le precipitazioni sono state più intense e hanno investito in particolare la zona Sud-Est della regione. Qui l’Ufficio neve e valanghe segnala dai 50 ai 90 cm di neve fresca sul fondovalle, mentre a 2.800 metri si registrano punte di oltre un metro.

Maltempo anche in Toscana: una tromba d’aria prima delle 5 di oggi a Marina di Carrara (Massa Carrara) ha devastato il ristorante di un hotel sul lungomare e danneggiati anche alcuni stabilimenti balneari. Neve anche in Liguria negli entroterra di Savona e Imperia frane, smottamenti e una forte tempesta di fulmini, uno dei quali si è abbattuto sulla Lanterna di Genova, faro portuale e simbolo della città, spegnendola. Inevitabili i black out per il forte vento e per gli alberi caduti sulle linee elettriche.

Black out anche sulla ferrovia nella tratta Genova-Ovada, risolto da Rfi con gruppi elettrogeni autogeni. Ieri sera due convogli sono rimasti bloccati sui binari per circa tre ore. A Genova, due persone sono state fatte sfollare dalla propria abitazione a causa di un muraglione pericolante reso instabile da una importante infiltrazione di acqua per l’abbondante pioggia.

Una frana a Ventimiglia ha di fatto isolato 150 persone. Chiusa la statale 13 a Creto (Genova) sempre per una frana. Numerosi smottamenti, infine, si registrano nella zona del Tigullio, dove si è anche verificata una forte mareggiata che ha travolto un pontile a Santa Margherita.