Ristoranti accessibili, Italia medaglia d’oro mondiale

Ristoranti accessibili a clienti anche con sedia a rotelle.
Ristoranti accessibili a clienti anche con sedia a rotelle.

ROMA. – La ristorazione italiana spicca nel mondo per inclusività, grazie a un numero-record di ristoranti accessibili per gli amanti della buona tavola costretti alla sedia a rotelle. Quattro città italiane (Venezia, Firenze, Milano e Roma), secondo uno studio Hayes & Jarvis su dati rilevati da TripAdvisor in 50 città di ogni continente, sono nella top ten delle migliori città al mondo dei ristoranti facilmente accessibili in sedie a rotelle, diventando così il Paese da medaglia d’oro mondiale per i foodies in carrozzella.

In particolare, la ricerca evidenzia che Venezia, Firenze, Milano e Roma si qualificano nella lista dei primi dieci di questo ranking sull’inclusività di persone con disabilità. E Venezia, dopo Orlando, è la seconda città migliore al mondo per chi si trova alla ricerca di ristoranti in sedia a rotelle con quasi la metà (47,2%) dei ristoranti classificati come “accessibili in sedia a rotelle”.

A testimoniare i progressi del progetto sul turismo accessibile, che ha visto il Veneto, nel 2013, apripista nell’Unione europea. Questa la top ten dell’analisi sulla accessibilità dei ristoranti nelle 50 città più visitate al mondo basandosi su dati rilevati da TripAdvisor: Orlando in Florida col 53.70% dei ristoranti accessibili; Venezia (47.20%); Firenze (46.90%); Johannesburg (43.80%); Miami (37.80%); Dublino (36.10%); Milano (35.50%); Roma (35.40%); Las Vegas (34.80%) e al decimo posto Barcellona (32.70%).

Non sorprende il buon posizionamento in questo ranking delle città Usa più vocate al turismo dei cosiddetti ‘snow birds’, gli anziani che amano svernare in Florida e spendere nei casino di Las Vegas, godendo di buon clima e servizi ad hoc.

Ma la sensibilità dei pubblici esercizi italiani sull’accesso ai disabili sembra diffondersi in tutta Italia: in provincia di Napoli, ad esempio, l’associazione dei commercianti ‘Ercolano Viva’ segnala con una vetrofania i bar e i locali di facile accesso ad anziani e portatori di handicap. ”Io non vivro’ piu’ il dispiacere di lasciare qualcuno fuori” ha detto il promotore, l’imprenditore Ciro Santoro.